Area di Risulta, maxi sequestro al mercatino degli extra comunitari

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1325

PESCARA. Mille cd musicali, 460 cd per computer, 130 dvd privi del marchio Siae, e poi articoli di abbigliamento, accessori, occhiali da sole, tutti appartenenti a note griffe con marchio contraffatto.


E' solo una parte della merce oggetto della maxi-operazione di sequestro effettuata ieri mattina, presso il mercatino degli extracomunitari sulle aree di risulta dell'ex stazione ferroviaria, dagli agenti della Polizia municipale, coordinati dal maggiore Danilo Palestini e dal capitano Mario Fioretti, e dagli uomini della Polizia di Stato, coordinati dal vicequestore aggiunto Francesco Costantini, con l'ausilio delle unità della Polizia ferroviaria che hanno seguito l'intervento a bordo di un elicottero.
Un intervento organizzato nell'ambito della lotta contro l'abusivismo commerciale e del contrasto dell'immigrazione clandestina.
«L'operazione è scattata intorno alle 11.40, quando il mercatino era affollato di ambulanti – ha spiegato l'assessore Stefano Cardelli -. Le Forze dell'Ordine, partite da piazza della Repubblica, sono piombate nell'area delle bancarelle attuando una manovra ‘a tenaglia', ossia alcune pattuglie sono arrivate dall'ingresso di via Ferrari, altre dall'ingresso nord della stazione, le ultime direttamente dal parcheggio a pagamento, circondando in pochi minuti tutta l'area destinata alla vendita, una presenza che ha inevitabilmente scatenato la fuga generale di tutti gli ambulanti che, evidentemente, non erano in posizione regolare».
Molti si sono dileguati nel sottopasso ferroviario, alcuni cercando di trascinarsi dietro una parte della merce all'interno di grosse buste o borsoni, che alla fine hanno però dovuto lasciare cadere a terra e abbandonare lungo la strada per guadagnare la fuga più agevolmente.
Tutta la merce, ovviamente, è stata recuperata dagli agenti della Polizia municipale e dalla questura, e sottoposto a sequestro penale con denuncia contro ignoti, ossia mille cd musicali, 460 cd contenenti programmi per computer, 130 dvd, 100 dvd contenente materiale pornografico, tutti sprovvisti del marchio Siae; e poi 190 pantaloni, 115 capi spalla, circa un centinaio di borse, 93 scarpe, una cinquantina di portafogli, decine di cappelli, 100 cinture, 450 capi di maglieria e decine di occhiali da sole, tutte griffe contraffatte.
Allo stesso tempo sono state rimosse circa 30 autovetture parcheggiate di fronte alla bancarelle perchè prive di copertura assicurativa.

22/01/2010 9.44