Questura Teramo, Di Benedetto nuovo capo delle Volanti

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

2925

Questura Teramo, Di Benedetto nuovo capo delle Volanti
TERAMO. Dall’11 gennaio 2010 l’ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico ha un nuovo dirigente, il vice questore aggiunto della Polizia Roberto Di Benedetto.


Entrato in polizia nel 1992, ha prestato servizio dapprima alla Questura di Milano quindi al Compartimento Polizia Postale e delle Comunicazioni di Milano e poi di Ancona, dove ha concorso alle prime operazioni in Italia di pedopornografia on line.
Nel 2006 ha diretto l'operazione “Poste sicure” che ha portato all'arresto di 44 postini impiegati presso il Cmp di Peschiera Borromeo, rei di sottrazione di corrispondenza e furto di denaro donato dai fedeli di tutto il mondo a “Padre Pio”.
Sempre nel 2006 ha diretto le operazioni “Edera” e “Semina d'oro” che hanno consentito di assicurare alla giustizia un'associazione a delinquere di 60 persone responsabili di clonazione di carte di credito e truffe.
Nel 2007 ha diretto l'operazione “Salto nel Buio” che ha portato all'arresto del responsabile della sicurezza di Telecom Italia, Giuliano Tavaroli, e di altri importanti manager dediti ad intercettazioni abusive.
Nel 2008 è trasferito al Compartimento Polizia Postale e delle Comunicazioni di Pescara.
Ha diretto l'operazione “House Work” che ha portato all'arresto dell'ex sindaco di Pescara Luciano D'Alfonso e di altri dirigenti del Comune di Pescara per associazione a delinquere finalizzata alla corruzione ed alla concussione (anche altri tre colleghi del pool che hanno indagato nella medesima operazione sono stati trasferiti ad altri incarichi).
Nel 2009 ha coordinato l'operazione “Creieur” con l'arresto di 44 appartenenti della Banda criminale Comanescu responsabili di clonazione di carte di credito.

21/01/2010 15.01