Riorganizzato l'ufficio dell'ex Genio Civile di Chieti

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

2631

CHIETI. Risolte tutte le criticità dell'ufficio dell'ex Genio Civile, che era stato “assediato” da oltre mille pratiche, accumulatesi a causa delle procedure che venivano svolte ancora a mano e su registri cartacei.
L'assessore all'Urbanistica della Provincia, Nicola Campitelli, ha infatti completato in questi giorni la riorganizzazione della struttura, introducendo cinque postazioni telematiche per la ricezione delle pratiche, divise rigorosamente su base territoriale, in modo tale che l'utenza possa immediatamente capire a quale sportello rivolgersi.
«Fin dal giorno dell'insediamento della giunta – ha spiegato l'assessore Campitelli – ho posto mano alla necessaria riorganizzazione di questo settore nevralgico: anche a causa dell'entrata in vigore delle nuove norme antisismiche, l'ufficio è stato sommerso di pratiche, ma anche prima la macchina amministrativa non era proprio un esempio di efficienza e di velocità: a volte le pratiche sostavano anche per mesi prima di poter essere esaminate. Una situazione che ha rischiato di bloccare l'intero settore edile e di conseguenza l'economia stessa della provincia».
Individuati i problemi, è stata rimodulata la presenza del personale nell'ufficio e introdotta una procedura telematica, informatizzando l'intero percorso: cinque nuove postazioni divise per Comune permettono ad ogni tecnico di sapere con chiarezza e speditezza a quale sportello rivolgersi per il rilascio degli attestati di deposito.
Così facendo, quello che avveniva in mesi e mesi, ora dovrebbe avvenire in pochi giorni.
«Con un lavoro paziente e tenace – ha commentato il presidente, Enrico Di Giuseppantonio – ma soprattutto discreto e silenzioso, abbiamo risolto in sei mesi una delle situazioni più pesanti ereditate dal passato: sebbene pieno, fino a giugno, di personale interinale, l'ex Genio Civile non riusciva ad evadere le pratiche in tempi ragionevoli. Sono bastate un po' di organizzazione e l'introduzione di un razionale sistema telematico per riportare alla normalità una situazione che era oggettivamente insostenibile per gli utenti. Tuttavia, questo non è il punto d'arrivo del nostro lavoro, poiché abbiamo obiettivi più ambiziosi: cercheremo di coinvolgere presto i rappresentanti degli ordini professionali per definire procedure ancora più snelle al fine di arrivare al rilascio immediato delle pratiche. Inoltre, abbiamo in programma anche di aprire degli sportelli distaccati per il deposito degli atti a Lanciano e Vasto, così da non costringere i tecnici a lunghi viaggi per giungere nel capoluogo».

21/01/2010 16.07

FIOM CGIL: «FONDAMENTALE LAVORO OPS

«Se l'ufficio del genio civile si è riorganizzato risolvendo problemi annosi che sembravano irrisolvibile è stato possibile grazie innanzitutto alla collaborazione che la provincia di Chieti sta avendo con l'Ops, società pubblica che gestisce servizi sia per la Provincia che per il Comune di Chieti», commenta Marco Di Rocco, segretario provinciale Fiom Cgil.
Il sindacato «ha condiviso questa collaborazione perchè l'Ops ha in organico le giuste professionalità capaci di poter portare avanti questo progetto».
La Fiom Cgil, chiede alla Provincia e all'assessore competente Campitelli di continuare il progetto riorganizzativo «utilizzando anche lo staff dell'Ops in quanto i risultati positivi sono sotto gli occhi di tutti, ma soprattutto dell'utenza che apprezza giorno dopo giorno il lavoro fatto».

21/01/10 15.34