Polizia municipale di Pescara verso la riorganizzazione

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1778

PESCARA. Polizia municipale verso la riorganizzazione e arrivo di un nuovo comandante dopo il trasferimento di Ernesto Grippo a Vasto.


Nel frattempo sono in corso le valutazioni degli agenti relativamente all'anno 2008: la procedura sarà eseguita dagli attuali Responsabili di servizio, mentre gli stessi saranno valutati esclusivamente dal direttore generale Stefano Ilari.
«Il Corpo verrà ovviamente riorganizzato subito dopo la nomina del nuovo Comandante, provvedimento che avverrà nei prossimi giorni – ha detto il sindaco Albore Mascia -. Il ritardo nell'attuazione di tale necessità è stata anche una delle ragioni che, nei giorni scorsi, mi hanno spinto a mantenere nelle mie mani la delega alla Polizia municipale: intendo seguire con attenzione il lavoro dei nostri agenti che sicuramente rappresentano uno degli assi portanti della nostra amministrazione».
La necessità di riorganizzazione non ha, secondo il sindaco, «nulla a che vedere» con la riduzione del numero delle multe registrate negli ultimi sei mesi dell'anno: «le capacità di un vigile urbano», ha detto Mascia, «non si misurano certamente sulla base del numero delle multe che commina quotidianamente, quella riduzione è probabilmente indice di un maggior dialogo intrapreso con la città che va educata prima che punita. Certamente ci sono sacche di criticità nella viabilità urbana, cattive abitudini che però neanche le centinaia di migliaia di multe elevate negli ultimi sei anni, con la passata amministrazione comunale di centro-sinistra, sono riuscite a debellare».
Due servizi, quelli coordinati dal comandante Chincoli e dal maggiore Iervese, hanno fornito le rispettive valutazioni; i servizi affidati al maggiore Fioretti e al maggiore Olivieri non hanno risposto.
Il direttore generale ha riunito il comitato tecnico che ha giudicato corrette le direttive emanate e nella giornata di ieri lo stesso direttore ha sottoposto il problema a tutte le organizzazioni sindacali le quali, approvando quelle direttive, hanno chiesto al direttore di inviare un sollecito ai due Responsabili di Servizio fissando una scadenza precisa, il prossimo 20 gennaio.
Se entro quella data le schede di valutazione non arriveranno in Comune, il direttore procederà con l'accertamento di responsabilità disciplinari.

15/01/2010 11.53