Giampaolo Giuliani prosciolto dall'accusa di procurato allarme

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

4929

Giampaolo Giuliani prosciolto dall'accusa di procurato allarme
SULMONA. E' stato archiviato il procedimento penale per procurato allarme nei confronti di Giampaolo Giuliani, in relazione alla denuncia, nei suoi confronti, per un presunto annuncio di terremoto a Sulmona una settimana prima del 6 aprile.
Una buona notizia per il tecnico che ormai da otto mesi vive in uno strano limbo, accerchiato da gente che crede fortemente nelle sue teorie e chi invece contesta la sua tecnica di rilevazione.
Tra i più severi detrattori ci sono il capo della Protezione Civile, Guido Bertolaso, e il responsabile dell'Ingv, Enzo Boschi che hanno confermato più volte l'inattendibilità del metodo Giuliani.
Il proscioglimento è stato deciso ieri dal gip di Sulmona, Massimo Di Cesare, che ha accolto la richiesta del pm, Aura Scarsella, mettendo così, almeno per il momento, un punto fermo su quanto accaduto nei mesi scorsi.
«Il gip - spiega il legale di Giuliani, Claudio Verini - ha rilevato che tra l'accumulo di gas radon e la verificazione di eventi sismici oggetto delle indagini scientifiche condotte da Giuliani, ritenuta generalmente attendibile dalla comunità scientifica, impedisca di considerare 'inesistente' il pericolo di terremoto, come richiesto dalla norma incriminatrice».
Un importante risultato per Giuliani che ha espresso soddisfazione per la decisione del gip e ha ribadito di «non avere mai annunciato che si sarebbe verificato un terremoto distruttivo nella Valle Peligna».
E' accaduto più volte in questi mesi che il tecnico abbia fatto una analisi dell'accumulo del radon, spesso asettica, e la sua previsione sia stata trasformata, tramite il passaparola, in un allarme di un evento catastrofico.
Intanto dieci giorni fa Giuliani ha partecipato ad una conferenza a San Francisco per esporre la sua tecnica di rilevazione, all'Agu Fall Meeting e ha già pubblicato il suo primo libro 'L'Aquila 2009, la mia verità sul terremoto' in cui punta l'attenzione su tutte le avvisaglie prima dei grandi terremoti.
Decine, infatti, le scosse devastanti nella storia, proprio a L'Aquila, tutte preannunciate da una lunga serie di movimenti tellurici più deboli nei giorni e nei mesi precedenti.

23/12/2009 9.33