Sette ''colpi'' nella notte tra Loreto e Collecorvino

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1983

PESCARA. Sette furti sono stati effettuati nella serata di ieri, tra le 20 e le 24, tra i comuni di Collecorvino e Loreto Aprutino, in altrettante abitazioni che i ladri hanno trovato vuote, senza proprietari all'interno.


Complessivamente il bottino non supera i mille euro, tra denaro contante e oggetti in oro. In tre abitazioni i malviventi non hanno portato via nulla.
In due casi, poi, e' scattato il sistema di allarme per cui i ladri si sono dileguati.
I carabinieri della compagnia di Montesilvano, coordinati dal capitano Enzo Marinelli, hanno intercettato in due occasioni diverse l'auto sulla quale, con ogni probabilita', si spostavano i delinquenti, una Bmw nera con targa arancione, ripresa dalla telecamera di una delle case svaligiate. Proprio dalle immagini di questo impianto si e' appreso che i ladri in azione erano quattro.
L'auto e' sparita nel nulla, nascondendosi chissa' dove a luci spente.
Le sette case visitate, di cui cinque a Collecorino e due a Loreto, si trovano in zone isolate e per entrare i banditi, probabilmente stranieri, hanno forzato le finestre.

FALSIFICA DOCUMENTI PER INCASSARE ASSEGNI

Un uomo di 25 anni originario di Napoli aveva falsificato una serie di documenti, sostituendosi ad una persona di fantasia, per poter incassare assegni intestati a quest'ultima.
Scoperto dai dipendenti della filiale del Monte dei Paschi di Siena di viale Marconi, a Pescara, è stato arrestato dai Carabinieri.
I militari, su richiesta degli impiegati dell'istituto di credito, hanno raggiunto la filiale di via Marconi dove hanno trovato il giovane che lo scorso 7 dicembre aveva aperto un conto corrente con un documento verosimilmente falso.
Alla vista dei militari il ragazzo ha tentato di fuggire senza riuscirvi.
Identificato, è stato trovato in possesso di una carta di identità risultata falsa, intestata a Carlo Winkler, nome di fantasia, con la fotografia dell'arrestato.
Dagli ulteriori accertamenti dei carabinieri è emerso che il giovane nei giorni scorsi aveva effettuato altre operazioni simili presso alcuni sportelli bancari di Pescara, utilizzando altri documenti contraffatti. Processato con giudizio direttissimo, dopo la richiesta dei termini a difesa da parte del difensore, è stato portato in carcere, a Pescara, in attesa dell'udienza fissata per l'8 gennaio prossimo.

ARRESTATI MINORENNI PER SPACCIO DI DROGA

E sempre a Pescara i carabinieri hanno arrestato due minorenni per spaccio di droga.
I due, un 17enne residente a Pescara ed un 16enne residente a Spoltore frazione Villa Raspa, sono stati colti in flagranza mentre cedevano alcune dosi di stupefacenti a studenti dell'istituto Tito Acerbo di via Pizzoferrrato.
Sottoposti a perquisizione personale veniva rinvenuta la somma di € 90,00 in banconote da piccolo taglio e un mazzo di chiavi di una minicar parcheggiata nelle vicinanze del cancello di ingresso del citato istituto scolastico.
12/12/2009 17.39