Nuovo blitz alla Pineta: cinque prostitute denunciate

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1429

PESCARA. Cinque prostitute denunciate, con una multa pari a 500 euro per ciascuna.

E' questo il bilancio del nuovo blitz antiprostituzione effettuato la serata scorsa a Pescara dalla Polizia municipale, sempre nella zona della Pineta dannunziana, nell'ambito della maxi-campagna avviata dall'amministrazione comunale.
L'amministrazione comunale ha sollecitato la costituzione di un nucleo speciale di agenti municipali che dovrà occuparsi esclusivamente della lotta alla prostituzione che, negli ultimi anni, sta creando enormi disagi ai cittadini che risiedono nell'area della pineta dannunziana, ma anche alle famiglie che la frequentano con i propri bambini.
«Già la scorsa settimana», hanno detto l'assessore alla Polizia municipale Gianni Teodoro e il Presidente della Commissione Lavori pubblici Armando Foschi, «si è svolta la prima operazione che ci ha consentito di cogliere in flagrante 3 donne e un uomo, tutti diffidati. Ieri sera, sempre intorno alle 19, la squadra, costituita dal maresciallo Pasquale Solari e dall'agente Fabrizio Delli Rocili ha effettuato un nuovo blitz in via Luisa D'Annunzio, via Figlia di Iorio e nelle vie limitrofe. In tutto sono state fermate cinque donne, tutte di giovane età, tutte di nazionalità rumena, colte in flagranza, mentre tentavano di adescare qualche passante».
Tutte le donne sono state portate presso il Comando della Polizia municipale dove, dopo essere state identificate, sono state diffidate, denunciate e si sono viste comminare una multa pari a 500 euro l'una.
Nelle prossime ore la Polizia municipale ha già programmato nuovi blitz «che saranno ovviamente a sorpresa – hanno aggiunto l'assessore Teodoro e il Presidente Foschi - il nostro obiettivo è duplice: da un lato ripristinare subito le opportune misure di sicurezza e tutela dei cittadini in tutto il quartiere, cittadini ai quali l'amministrazione comunale intende garantire il pieno diritto di uscire di sera per fare una passeggiata, senza correre il rischio di imbattersi in scene sgradevoli o indecorose».

09/12/2009 15.21