Pisu e sanità: 9mln per investimenti a Chieti

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

4008

CHIETI. Il Comune di Chieti potrà beneficiare di oltre 8 milioni di euro nell’Ambito dei Programmi integrati di sviluppo urbano (PISU).



La Giunta regionale ha, infatti, deliberato la ripartizione dei fondi che consentono la realizzazione di opere e l'erogazione di servizi per 8 milioni di euro, di ulteriori 155 mila euro per il Comune quale somma a disposizione per le attività di accompagnamento, attuazione e redazione dei PISU e di altri 52.895 euro sempre a favore del Comune per altre eventuali attività.
Scopo degli interventi sarebbe il miglioramento dell'attrattività e la competitività del capoluogo «promuovendo lo sviluppo delle politiche europee per i problemi afferenti l'ambiente urbano».
Sono possibili interventi sia per le opere pubbliche, con attenzione ai problemi connessi con la mobilità urbana, che l'erogazione di finanziamenti e/o servizi sociali ai cittadini.
Anche in materia di sanità la Giunta Regionale ha dato il via libera alla Asl per la realizzazione del Centro residenziale per le cure palliative (Hospice) presso la sede del vecchio ospedale SS. Annunziata di Chieti per una spesa complessiva di 915.503,27 euro.
«I provvedimenti adottati dall'esecutivo regionale dimostrano l'attenzione concreta, sul piano degli interventi, della Regione Abruzzo nei confronti della città di Chieti – dice l'assessore regionale Mauro Febbo – e rappresentano anche una risposta alle accuse di quanti, ingenerosamente e strumentalmente, sostengono il contrario. Pur in un momento che resta di grandissima difficoltà sia a livello nazionale sia per quel che concerne la stessa Regione Abruzzo, alle prese con gravissimi problemi finanziari legati soprattutto al capitolo Sanità, si è deciso di operare a favore dei cittadini. Sono certo – conclude Febbo - che per quanto riguarda i Programmi integrati di sviluppo urbano, il Comune di Chieti saprà cogliere questa importante opportunità che può contribuire in maniera sostanziosa al rilancio dell'economia cittadina».

05/12/2009 16.20