Giochi del Mediterraneo: Addadì e Pescante a Pescara per ricevere i complimenti

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

2124

PESCARA. Addadì e Pescante tornano a Pescara dopo «il grande successo dei Giochi del Mediterraneo» per ritirare le chiavi della città che la giunta Mascia ha voluto attribuire loro.


Finalmente per l'occasione sono state tolte (ma solo in alcune strade per ora) le trionfanti bandiere appese ai pali della luce che ancora campeggiano sul territorio (non solo pescarese) a cinque mesi dalla fine dell'evento.
È prevista una cerimonia con tanti complimenti.
«Hanno supportato la nostra città», ha spiegato il sindaco Albore Mascia, «hanno tifato per il nostro Abruzzo tragicamente colpito dal terremoto, hanno esultato per il nostro successo e si sono riconosciuti pienamente nel nostro spirito pescarese, sposando il motto ‘nu sem' nu'».
Appuntamento alle 12 nella sala del consiglio.
«Appena cinque mesi fa – ha ricordato il sindaco Albore Mascia – Pescara è assurta agli onori della cronaca per la perfetta organizzazione della sedicesima edizione dei Giochi del Mediterraneo, un successo che ha portato onore all'Italia intera. Per circa due settimane oltre 3mila atleti hanno vissuto il capoluogo adriatico, migliaia di persone hanno visitato la nostra città, hanno sentito il cuore pulsante di un territorio che ha voglia di rinascere, un territorio che pure appena tre mesi prima aveva vissuto il dramma del terremoto con le sue distruzioni e le sue vittime».
Trionfalismo che tuttavia non tiene conto di una serie di sbavature grandi e piccole denunciate da questo quotidiano compresa una certa allegra gestione del denaro pubblico.
Non un giudizio soggettivo quanto un fatto poiché su quell'evento la procura di Pescara sta indagando.
Un evento che ha permesso di veicolare diverse centinaia di migliaia di euro ad amici degli amici tra consulenze e chiamate dirette per piccoli e grandi prestazioni.
Un evento sul quale pendono ancora pesanti dubbi e la solita opacità.
Ma tutto questo per il sindaco non ha molta importanza.

03/12/2009 8.46