Asl Chieti. Protesta per una «selezione senza criteri oggettivi»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

5209

CHIETI. Un Corso di formazione per operatore socio sanitario è stato pubblicato lo scorso 23 ottobre sul Bura. Sono 90 i posti a disposizione ma per selezionare i candidati non è ben chiara la tecnica che verrà adottata. ASL: CRITERI DELLA DELIBERA DI GIUNTA 440 DEL 10/08/2009
Il corso, 1000 ore di lezione da gennaio 2010 a dicembre 2010 per ricevere un attestato di qualifica di 'operatore Socio Sanitario', viene vista come una buona opportunità per quanti - dopo una laurea- non hanno ancora trovato lavoro e vogliono aumentare il loro bagaglio culturale.
Ma è una nuova esperienza anche per chi ha solo il diploma e ha almeno 17 anni di età, come si legge nel bando.
Scorrendo il documento, però, qualcuno si è accorto che non viene chiarito come saranno scelti i più meritevoli o comunque i fortunati che potranno accedere al corso.
Alla prima selezione è prevista l'arrivo di oltre duecento domande, ma come si fare a scartarne più della metà, sempre che la stima delle richieste sia esatta?
E' un mistero.
Nessuna indicazione viene stranamente fornita nel bando: nessun punteggio viene attribuito, come capita di solito, ad esperienze lavorative pregresse, anzianità, titolo di studio, priorità d'arrivo della domanda o quant'altro.
E' vero è solo una selezione per accedere ad un corso ma comunque anche questa dovrebbe essere regolata da criteri che non siano arbitrari.
Insomma, di criteri oggettivi non c'è nemmeno l'ombra.
Però, sempre nel bando, si parla dell'istituzione di una «graduatoria di merito», che scorrerà nel caso in cui qualcuno rinuncerà al posto. Inutile dire che anche la graduatoria sarà stilata con gli stessi criteri oscuri.
Ma come faranno a decidere?
Si sono chiesti alcuni giovani che hanno già inviato i documenti richiesti ma che ripongono ben poche aspettative nel progetto.
Qualcuno ha provato a chiedere lumi alla segreteria del corso ma la risposta è stata una: «è tutto a posto, di che si meraviglia?»
Ma quale homo burocraticus è stato in grado di concepire tutto ciò?
Esiste una commissione di selezione? Da chi è composta?
Quello che è certo è che tutti i candidati, pena esclusione, dovranno iscriversi alla selezione pagando 20 euro.
Quei soldi, «che non saranno restituiti» si chiarisce nel bando, verranno utilizzati proprio per lo svolgimento del corso.
Così finisce che anche chi non entra avrà contribuito all'esperienza dei colleghi più fortunati.
Che si tratti davvero solo di fortuna?

a.l. 02/12/2009 9.50

ASL: CRITERI DELLA DELIBERA DI GIUNTA 440 DEL 10/08/2009

La Asl di Chieti chiarisce che i criteri e i punteggi per la selezione dei candidati sono quelli stabiliti dalla deliberazione della Giunta regionale n. 440 del 10.8.2009 che è disponibile anche sul Bura regionale (Allegato A, Punto 9: "Requisiti di accesso, numero dei partecipanti") [url=http://www.isfol.it/Normativa/Dettaglio_Normative/index.scm?id=18263](GUARDA DOCUMENTO)[/url]
I punti per i titoli sono quindi così ripartiti: titolo di studio: massimo 10 punti (4 punti per chi ha avuto una votazione fino a 42 (ovvero 70), 6 punti per chi ha preso fino ad 80, 8 punti per chi ha preso fino a 90 e 10 punti per chi si è diplomato con 100).
Per i titoli di servizio si può arrivare ad un massimo di 30 punti.


CONDIVIDI GLI ARTICOLI DI PDN SU FACEBOOK