Villa Pini. Marino (Pd) torna a Chieti: «chiudete le Villette»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

3945

CHIETI. La Commissione d'inchiesta sul Servizio sanitario ieri è tornata a Chieti. Brutte notizie per il gruppo Villa Pini.

Dopo i controlli di fine luglio la commissione presieduta da Ignazio Marino è venuto a verificare nuovamente le condizioni delle strutture socio sanitarie di Chieti ''Le Villette''.
Il responso non è stato positivo: «nelle residenze di Villa Pini i pazienti non sono assistiti in maniera degna e non ci sono i mezzi sufficienti per curarli, inoltre le cure non sono assicurate secondo gli standard di qualità appropriati».
Non passano quindi l'esame alcune strutture per malati psichiatrici dopo il sopralluogo per verificare la qualità dei servizi e la situazione dei pazienti: «la situazione è molto grave».
Marino ha riferito che la Commissione ha ottenuto un impegno formale del presidente della Regione, Giovanni Chiodi, il quale ha assicurato che i pazienti di Villa Pini verranno trasferiti in strutture adeguate «entro l'ultima settimana di dicembre».
«Quello che abbiamo ottenuto - ha aggiunto Marino - è un risultato importante. Torneremo a Chieti per verificare cosa è stato fatto già prima di Natale».
Resta però ancora aperto il nodo dei lavoratori di Villa Pini che da mesi non ricevono lo stipendio. «E' un altro punto su cui bisogna intervenire al più presto», ha sottolineato Marino. «E' di primaria importanza sia rispettare la dignità dei lavoratori che assicurare l'assistenza ai pazienti. E' una questione di cui continueremo ad occuparci fino a quando non sarà del tutto risolta».
Dopo la visita la Commissione ha tenuto una riunione, in Prefettura, alla quale hanno partecipato, tra gli altri, lo stesso Chiodi, il Commissario straordinario, l'assessore alla Sanità, il sindaco di Chieti, e il commissario della Asl.
«Siamo disposti a concedere la cassa integrazione per assicurare ai dipendenti maggiore serenità», ha detto il presidente Chiodi, «ma nessuno ce la chiede»

01/12/2009 9.29