Furti d'auto, presa la banda rom specialista nel settore

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

2829

PESCARA. I Carabinieri di Pescara hanno sgominato una banda di romeni che si era specializzata in furti in Abruzzo, Emilia Romagna e Lombardia.


In manette sono finite cinque persone con le accuse di furto e ricettazione. Si tratta di Toma Vizante, di 31 anni, Marius Bogdanel Dimitrescu di 30 anni, Domitru Josi di 23 anni, Marinica Bojin di 23 anni e Livius Cornel Vlad, a cui l'ordinanza di custodia cautelare è stata notificata nel carcere di Madonna del Freddo di Chieti dove si trova dallo scorso giugno.
Vizante e Dimitrescu sono stati arrestati a Milano, mentre Josi e Bonin a Scafa.
A Marinica Boji sono stati concessi gli arresti domiciliari.
Le indagini nell'ambito dell'operazione denominata "Gratta e Vinci" sono cominciate la scorsa estate quando i carabinieri della Compagnia di Popoli hanno cominciato ad indagare dopo una serie di furti commessi in Val Pescara, ma anche in altre zone del Pescarese e del Chietino, ai danni di negozi, aziende, bar e distributori di carburanti. La svolta è poi arrivata nello scorso mese di giugno quando i militari, dopo pedinamenti e intercettazioni telefoniche e ambientali, sono riusciti a sventare diversi 'colpi' e a bloccare presso una azienda di Chieti Scalo, Josif Dumitru, Liviu Cornel Vlad e Daniel Alecu, intenti a rubare carburante da alcuni autocarri parcheggiati all'interno di una azienda.
Il seguito delle indagini ha poi portato nelle ultime ore alla chiusura dell'inchiesta con gli altri arresti e con il recupero di refurtiva (sigarette, bigiotteria, televisori, computer, telefonini e anche un fucile da caccia rubato a Roccamontepiano) per un valore di 115 mila euro. Sono state recuperate anche due autovetture, una Nissan Primera e una Audi A4, rubate in provincia di Chieti.

24/11/2009 8.59