Tre nuovi cantieri per Pescara, la giunta ha detto sì

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

2279

PESCARA. Riqualificazione del quartiere Gescal, nella zona dei Colli Innamorati, del piano di Zona T, a Zanni, e del Cep San Donato.


Sono questi i primi tre studi di fattibilità approvati dalla nuova amministrazione comunale di Pescara con i relativi progetti preliminari e la richiesta dei mutui presso la Cassa Depositi e Prestiti.
«I cantieri, che consentiranno il rifacimento di strade, marciapiedi e segnaletica, apriranno intorno a marzo 2010», ha annunciato l'assessore ai Lavori pubblici Gianni Teodoro, «subito dopo l'approvazione del nuovo bilancio per avviare il recupero urbano delle nostre periferie».
E' stato già approvato dalla giunta lo studio di fattibilità con progetto preliminare e mutuo per il Piano di Zona T-Zanni. «L'intervento», ha spiegato Teodoro, «si concentrerà su via Carlo Alberto Dalla Chiesa, dove andremo a rifare il manto stradale, con la relativa segnaletica, e i marciapiedi, per un importo pari a 183mila euro. Altri 200mila euro saranno investiti sul quartiere Gescal-Colli Innamorati: rifaremo asfalti, marciapiedi e segnaletica per rendere di nuovo vivibili via Valle San Mauro, via Valle di Rose e via Pineta di Roio. Per la zona Gescal, tuttavia, si tratta solo del primo lotto di interventi, visto che nel 2010 abbiamo già previsto ulteriori finanziamenti per riportare ordine e decoro in un'area che, negli ultimi sei anni, è rimasta esclusa da qualunque opera».
Poi la Città Satellite, dove è stato già previsto un primo finanziamento pari a 550mila euro.
«Se tali fondi dovessero rivelarsi insufficienti», ha assicurato Teodoro, «nel 2010 abbiamo già previsto in bilancio una voce precisa pari a 1milione di euro per la riqualificazione dei quartieri periferici. Redigendo rapidamente i progetti esecutivi e definitivi, con relativa gara d'appalto, tali interventi saranno cantierabili già per il prossimo marzo 2010».
Il quarto studio di fattibilità approvato dalla giunta, riguarda invece il centro cittadino, ossia l'ampliamento del parcheggio già esistente sulle ex aree di risulta dell'ex stazione centrale, con un investimento pari a 200mila euro necessario per l'abbattimento della struttura diroccata in cui prima veniva custodita la vecchia locomotiva, per liberare la superficie che andrà a ospitare altri 200 posti auto.
Sempre a marzo aprirà il cantiere per la costruzione della rete di acque bianche da via Caravaggio a via dell'Emigrante con la riqualificazione dell'intera via Bernini: «nei giorni scorsi – ha aggiunto l'assessore Teodoro – abbiamo preso atto della convenzione sottoscritta tra il dirigente ai lavori pubblici del Comune di Pescara Antonio Biase e la Regione Abruzzo per l'erogazione del finanziamento pari a 1milione e mezzo di euro. Nelle prossime settimane scatterà il bando di gara. Mentre subito dopo l'approvazione del bilancio di previsione, affideremo altri due studi di fattibilità strategici relativi all'interramento di corso Vittorio Emanuele, da via Teramo a via Michelangelo, e la realizzazione del tunnel sotto il fiume per il collegamento veicolare tra le due riviere».

23/11/2009 10.54