Una centrale idroelettrica a Raiano: la Regione è d’accordo

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

4083

RAIANO. Il problema dell’energia è molto sentito. In qualche modo occorre reperire sul mercato nuovi approvvigionamenti che sono la base per lo sviluppo industriale.
Questa mattina l'assessore Mauro Febbo ha ufficializzato l'intenzione (condizionata) della Regione di poter avviare l'iter amministrativo per la creazione di una centrale in una riunione con i rappresentanti del consorzio di bonifica Ateno-Sagittario e del Parco Sirente-Velino.
Si tratterebbe di una centrale idroelettrica nel territorio di Raiano.
Il percorso delineato, ora all'esame degli enti interessati, ha come obiettivo dichiarato quello della tutela delle acque dell'Aterno, la garanzia che i prelievi idrici per la centrale non superino i 1500 litri al secondo, il controllo diretto dell'ente Parco su questi prelievi e sulle concessioni per i prelievi anche minori ed un protocollo d'intesa tra le parti per garantire indennizzi e ricadute positive sul territorio dall'attivazione della centrale idroelettrica, realizzata dal Consorzio di bonifica.
«Su questa base auspico un'intesa tra le parti», ha sottolineato l'assessore Febbo, « intorno a questa proposta di intesa riconvocherò un incontro tra tutti i soggetti interessati entro tempi brevi».
Un'altra centrale idroelettrica è in costruzione sul fiume Pescara nel territorio di San Giovanni Teatino all'altezza dei centri commerciali .

11/11/2009 14.38