Tentato omicidio, 4 anni di carcere per l'anziano di Civitaquana

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1343

PESCARA. E' stato condannato a quattro anni di reclusione, Firminio Di Sano, l'agricoltore di 82 anni, di Civitaquana, arrestato nel marzo scorso, con l'accusa di tentato omicidio.


L'uomo aveva sparato due colpi di fucile da caccia contro il vicino di casa, un vedovo di 69 anni, sorpreso a parlare con la moglie.
La condanna è stata inflitta dal gup del tribunale di Pescara, Carla De Matteis, che ha riconosciuto all'anziano diverse attenuanti generiche.
Anche il pm Paolo Pompa aveva chiesto per il pensionato, giudicato con rito abbreviato, quattro anni di reclusione.
Il fatto è accaduto in contrada Colle Vertieri di Civitaquana.
Di Sano prese a schiaffi il “rivale” e poi gli rivolse contro il fucile da caccia, tipo Beretta calibro 12, regolarmente detenuto.
Accecato dalla rabbia esplose anche due colpi, a breve distanza.
La vittima si salvò perchè istintivamente fece scudo con l'avambraccio, spostando di qualche centimetro la canna del fucile, e i due colpi non lo raggiunsero.
Ma l'82enne non si fermò: ricaricòo il fucile, fece inginocchiare il presunto rivale e lo minacciò.
L'agricoltore si è sempre difeso sostenendo che non era sua intenzione fare del male al vicino di casa e che i colpi di fucile erano stati sparati accidentalmente.
Ha, inoltre, riferito più volte ai magistrati che alla base della vicenda non vi è mai stata una questione di gelosia, ma vecchi rancori.

05/11/2009 9.26