A Chieti intesa Confcommercio e Sangritana per il turismo

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

893

CHIETI. Un'intesa tra Confcommercio Chieti e Sangritana per avviare un rapporto stretto di collaborazione nel settore dello sviluppo turistico.


Le basi di questo progetto sono state gettate nel corso di un incontro tra il presidente provinciale di Confcommercio Angelo Allegrino e il presidente della Sangritana Pasquale Di Nardo, durante il quale sono state lanciate le prime ipotesi su cui già nelle prossime settimane funzionari incaricati dai due enti inizieranno a lavorare.
L'idea è quella di arrivare pronti all'appuntamento con la prossima stagione turistica estiva, che vedrà la riattivazione del “Treno della Valle”.
Proprio il caratteristico trenino colorato, che per quasi 20 anni ha portato i turisti alla scoperta della Val di Sangro, sarà il fulcro di questo nuovo piano di promozione. I caselli dismessi lungo il tracciato storico e anche alcuni locali delle stazioni tra Piane d'Archi e Villa Santa Maria, saranno trasformati in spazi espositivi e di piccola vendita, in un'ideale percorso alla scoperta del patrimonio enogastronomico del territorio: ci sarà così la “stazione del miele”, la “stazione della ventricina”, la “stazione dei vini”, “la stazione degli olii”, “dei formaggi”, “dei dolci”, in un crescendo di profumi e sapori che si accompagneranno a tesori paesaggistici di indubbio fascino.
Nel progetto saranno coinvolti anche i ristoratori, invitati ad elaborare specifici menù a base di tipicità locali, gli artigiani, che potranno  presentare le proprie produzioni.
«Ma è un'iniziativa aperta alla collaborazione di tutti gli operatori economici – spiega Allegrino – perché solo lavorando insieme ad un progetto comune, questo progetto potrà avere davvero successo».
Confcommercio, oltre ad individuare le aziende da coinvolgere in questa sfida, si occuperà anche di promuovere le escursioni del “Treno della Valle” in tutte le strutture ricettive del litorale abruzzese che aderiscono all'associazione, in modo da creare una rete capillare di contatti.
«Sono convinto – aggiunge Di Nardo – che su questo settore si possa giocare un'importante parte del futuro delle aree interne. Proprio in quest'ottica abbiamo già avviato contatti con il presidente della Comunità Montana di Villa Santa Maria Arturo Scopino, così da coinvolgere un altro attore importante del territorio in questa iniziativa».
20/10/2009 11.30