Ruggieri: «raddoppiano i posti letto della Rsa di Città Sant’Angelo»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

2284

CITTA’ SANT’ANGELO. L’ex ospedale San Giovanni Battista di Città Sant’Angelo, riconvertito dalla Asl in Rsa, residenza sanitaria assistita, raddoppierà i propri posti letto.


Lo rende noto l'assessore provinciale ai lavori pubblici Roberto Ruggieri dopo aver avuto un colloquio con il Direttore generale dell'Azienda sanitaria locale, Claudio D'Amario.
«E' una notizia che aspettavamo da tempo – ha spiegato l'assessore Ruggieri -. Si tratta di una necessità sentita dalla popolazione di tutto il comprensorio che trova nella struttura angolana un'alta qualità dei servizi offerti. I posti letto, attualmente 20, diverranno a breve 40. Si tratta di un riconoscimento importantissimo al lavoro svolto all'interno dell'ex ospedale, vero e proprio punto di riferimento per quelle fasce di popolazione più debole che fanno ricorso ai servizi della rsa angolana. Un servizio che sarà utile anche a decongestionare i reparti di geriatria dei tre ospedali provinciali».
L'incontro con il manager D'Amario, inoltre, ha portato anche un altro risultato: Città Sant'Angelo diverrà sede del Distretto Metropolitano.
«Il capoluogo angolano diverrà un centro di servizi all'avanguardia per le popolazioni del territorio – ha aggiunto l'assessore Roberto Ruggieri -. Ho avuto le più ampie rassicurazioni in merito dal Direttore generale. Questo significa un ulteriore miglioramento della qualità dei servizi attualmente offerti grazie anche alla disponibilità di un numero maggiore di personale. E' un risultato importante in un momento particolare come quello che sta vivendo la sanità regionale alle prese con un severo piano di risanamento».
La direzione generale dell'azienda sanitaria locale, inoltre, ha sottolineato di voler puntare molto sul potenziamento dei servizi ambulatoriali specialistici quali psichiatria, psicologia e neurologia creando un vero e proprio polo di salute mentale in una zona dove si avverte anche la necessità di tale servizio.
«Dal Direttore D'Amario – ha concluso l'assessore Roberto Ruggieri – sono stato rassicurato anche sul potenziamento del centro prelievi, iniziativa molto utile soprattutto per gli anziani del nostro territorio e del consultorio che garantirà il proprio servizio anche nelle ore pomeridiane coprendo, in questo modo, l'intera giornata».

10/10/2009 11.09