Chieti Solidale, «manca 1 milione di euro, sbloccare fondi regionali»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

971

CHIETI. Le mancate entrate dei Fondi Regionali destinati al sociale prefigurano il rapido avvicinarsi di uno «tsunami» di «proporzioni gigantesche». DE MATTEO (PDL): «DI PRIMIO SI TRANQUILLIZZI»

La pensa così Silvio Di Primio, della Federazione Provinciale RdB Cub di Chieti. Le vittime designata, per Di Primio, saranno tante: «le persone che usufruiscono dei servizi sociali, le lavoratrici ed i lavoratori dell'Azienda Speciale Multiservizi “Chieti Solidale” che vedono a grave rischio il loro futuro lavorativo e tutti i cittadini».
«Non è lecito», continua il rappresentante della Rdb, «utilizzare il proprio potere ai soli fini della lotta politica fregandosene altamente dei bisogni della popolazione (specie quella più debole) cui meno di un anno fa si è promesso di tutto pur di arrivare al potere».
Mancano all'appello circa 1 milione di euro, secondo lo stime della Federazione «di importanza vitale per continuare ad erogare servizi altrettanto vitali per gli utenti interessati».
Di Primio chiede che i cittadini interessati ai servizi erogati dalla “Chieti Solidale” debbano essere informati che tali servizi indispensabili sono a rischio per «mere beghe politiche e lotta per il potere».
«I politici locali di centrodestra», continua, «finora silenti su questo tema, che ambiscono alla riconquista del Comune dovrebbero utilizzare tutto il loro peso (se ne hanno) nei confronti della Regione per sbloccare questi finanziamenti già previsti altrimenti dimostrano chiaramente di non tenere in alcun conto dei bisogni più urgenti dei loro concittadini».
La Federazione chiede poi scusa per aver «volutamente forzato i toni» ma «questa squallida e triste vicenda, che si ripercuote sulla pelle delle lavoratrici e lavoratori della “Chieti Solidale” e su quella dei nostri concittadini più deboli, non riusciamo proprio a digerirla e la cittadinanza merita di esserne informata correttamente».

DE MATTEO (PDL): «DI PRIMIO SI TRANQUILLIZZI»

«L'unico tsunami di proporzioni gigantesche che colpirà la città di Chieti», ha commentato il capogruppo di Forza Italia Emilia De Matteo, «ci sarà il giorno delle elezioni e spazzerà via, senza lasciarne traccia, il sindaco Ricci e tutta la sua giunta di centrosinistra».
De Matteo assicura inoltre che la Regione «ha già dato seguito a variazioni di bilancio per finanziare il sociale. Di questo hanno parlato sia il Governatore Chiodi che l'assessore Regionale Gatti quando sono venuti a Chieti. Non solo: l'amministrazione Regionale ha finanziato pure, con ulteriori fondi, progetti per la famiglia e gli asili nido. Quindi, il comunista Di Primio si agita, come sempre, senza motivo e se prima di gridare alla luna provasse ad informarsi eviterebbe queste pessime figure».


08/10/2009 9.29