Consiglio comunale notturno per bilancio. Il piano spiaggia viene ritirato

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

894

VASTO. E’ terminato a tarda notte il consiglio comunale di vasto atteso e denso di polemiche che tuttavia ha licenziato importanti provvedimenti.


Sono stati approvati dalla maggioranza guidata dal sindaco Luciano Lapenna gli equilibri di bilancio ed il recepimento della Legge Regionale sul Commercio per la piccola e media distribuzione che, in sintesi, sblocca un settore di vitale importanza per l'economia cittadina.
In pratica dovrebbe consentire nuovi insediamenti in quei quartieri della città che finora sono stati sprovvisti di attività di piccola e media distribuzione.
Non è invece passato il piano spiaggia per mancanza di documentazione.
«La città aspettava da tempo questo provvedimento – ha detto il sindaco Lapenna– grazie al quale prossimamente si potranno aprire esercizi commerciali con superfici variabili tra gli 800 ed i 1200 mq e quelli di più piccola dimensione superiori in ogni caso ai 250 m.q. Grazie al nuovo piano commercio portiamo avanti un percorso importante che va verso la modernizzazione della rete commerciale nel nostro Comune. Il centro- destra non era stato in grado di recepire la Legge del 1999 ponendo in sofferenza il commercio a Vasto. Noi, invece, abbiamo recepito l'ultima normativa della Regione Abruzzo, la Legge 11 dello scorso anno e proprio grazie a questo daremo a Vasto nuove strutture commerciali superiori a 250 m.q. Vasto, quindi, avrà nuova occupazione e lo sviluppo di tutto il settore».
Il Consigliere Comunale Simone Lembo, in tema di commercio, ha aggiunto:
«Un Piano concordato con i sindacati, le associazioni di categoria ed i consumatori che sblocca un settore che è in sofferenza. Tutto ciò camminerò di pari passo con il piano marketing del centro storico che il nostro Comune sta elaborando in partecipazione con la Camera di Commercio di Chieti. Il Piano Spiaggia? Ci stiamo lavorando, è uno strumento importante che è stato già redatto e che verrà approvato in tempi ragionevolmente brevi. E' nostra intenzione in ogni caso quella di collaborare nella direzione dei cittadini e degli operatori. E sarà fondamentale accelerare i tempi per quanto riguarda il Piano di gestione dell'area Sic».
Affiancato dal Presidente del Consiglio Comunale Giuseppe Forte, dall'Assessore Domenico Molino e dal Consigliere Comunale Simone Lembo, il primo cittadino ha sottolineato la compattezza della sua maggioranza.
«Ieri la maggioranza ha dato prova della sua compattezza con una serenità che mi ha fatto piacere riscontrare. Gran parte dei provvedimenti sono stati approvati, addirittura le osservazioni alle norme tecniche del Prg anche all'unanimità. Ma grande soddisfazione la registriamo per l'approvazione degli equilibri di bilancio dal momento che, come sapete e come avrete letto da più parti, avevamo tanti sciacalli intorno a noi pronti a dire che non c'era maggioranza: gli equilibri di bilancio sono passati con diciassette voti, un segnale forte dal momento che parliamo della stragrande maggioranza dei consiglieri. Quindi, nessuna spaccatura come qualcuno ha scritto anche questa mattina: se è spaccato un Consiglio Comunale dove la maggioranza approva con diciassette voti un provvedimento importante come quello relativo agli equilibri di bilancio, diciannove voti il Piano Commerciale e, soprattutto, le osservazioni con l'unanimità di tutti i consiglieri, non si può certamente parlare di maggioranza spaccata».
il Presidente del Consiglio Comunale Giuseppe Forte ha annunciato di aver convocato la riunione dei Capigruppo per la giornata di domani, mercoledì 7 ottobre, alle ore 13, per fissare il calendario dei lavori del prossimo Consiglio Comunale e, di conseguenza, per stabilire il giorno in cui si affronterà la discussione sul Civeta: probabilmente la riunione si farà tra il 15 ed il 17 ottobre.

AN CRITICA SULLA MAGGIORANZA E IL PIANO SPIAGGIA

«Catastrofico l'approdo in Consiglio comunale della variante al Piano spiaggia elaborata dalla maggioranza di centrosinistra».
Così, il Consigliere comunale de Il Popolo della Libertà, Etelwardo Sigismondi.
«Infatti – ha spiegato il Consigliere di minoranza - il punto iscritto all'ordine del giorno del Consiglio comunale di ieri è stato ritirato in quanto carente della documentazione necessaria all'adozione. Il documento di pianificazione del demanio – ha proseguito - è arrivato in Assise civica senza il visto della regolarità tecnica da parte dell'ufficio urbanistica, privo del necessario parere del Genio civile, ed addirittura senza neanche lo schema di delibera in adozione che sarebbe stato dovuto essere votato dal Consiglio comunale».
«Tra l'altro – ha detto Sigismondi - i Consiglieri comunali, così come recitava l'ordine del giorno, erano stati convocati per l'approvazione della variante al Piano spiaggia, evidenziando che il centrosinistra non è a conoscenza neanche dell'iter per l'approvazione di una variante di uno strumento di pianificazione che prevede, prima di giungere all'approvazione finale, l'adozione del Piano da parte del Consiglio comunale (cosa che sarebbe dovuta accadere ieri), successivamente la fase di pubblicazione e delle osservazioni. Ci sono voluti, dunque – ha detto Etelwardo Sigismondi - tre anni a questa Amministrazione, per partorire un Piano tra l'altro incompleto, che la dice lunga sull'efficienza amministrativa di questa maggioranza di centrosinistra. Attendiamo quindi – ha concluso - di poter avere tutta la documentazione necessaria per poter esprimere un parere sul Piano che, almeno nella prima lettura,appare incapace di dare delle risposte concrete alla pianificazione del nostro litorale».

06/10/2009 16.36