Consiglio provinciale:approvato equilibrio di bilancio, recuperato finanziamento

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

834

PESCARA. L’equilibrio di bilancio 2009, il passaggio amministrativo e contabile con cui l’organo consiliare provvede ad effettuare la ricognizione sullo stato di attuazione dei programmi è stato approvato oggi in Consiglio provinciale.


L'assemblea presieduta da Giorgio De Luca ha anche approvato la variazione al programma triennale delle opere pubbliche 2009/2011 e al bilancio di previsione 2009 per l'inserimento del finanziamento Docup Abruzzo 2000-2006 per l'attuazione della riqualificazione e del completamento delle aree industriali e artigianali previste nel Docup nei territori dei comuni di Alanno e Manoppello.
La direzione attività produttive della regione Abruzzo aveva precedentemente trasferito al Consorzio per lo sviluppo industriale di Chieti Pescara un contributo di 1.068.883,34 di euro per il progetto di riqualificazione e completamento delle aree industriali e artigianali dei suddetti comuni ma la Provincia ha preso atto che il Consorzio Asi, che avrebbe dovuto realizzare l'opera già entro la data del 18 maggio 2007, attualmente non è in grado di far partire l'appalto, a causa della grave situazione economica in cui versa.
A questo punto sarà la stessa Provincia di Pescara ad assumere le funzioni di stazione appaltante, risultando quindi beneficiaria finale del finanziamento, in sostituzione del Consorzio Asi Chieti – Pescara.
I Comuni di Alanno e Manoppello cofinanzieranno l'intervento in quote proporzionali ai lavori da eseguire nei rispettivi territori, per un totale di 321.116.00, euro.
A tale proposito è stato anche approvato lo schema di accordo di programma tra la Provincia, il Consorzio Asi e i Comuni di Alanno e Manoppello per procedere immediatamente al trasferimento alla Provincia della titolarità del finanziamento, approvare il progetto esecutivo e avviare le procedure di gara, per riconsegnare il più presto possibile le opere eseguite ai rispettivi Comuni.

RESPINTA LA MOZIONE ALLEGRINO

Il Consiglio ha esaminato e respinto la mozione di Antonella Allegrino, capogruppo IdV, che chiedeva di riesaminare la delibera di riorganizzazione della Provincia, approvata con delibera di Giunta dell'11 settembre scorso, invitando la Giunta a tener conto dei criteri generali suggeriti dal Consiglio provinciale, che ha la specifica funzione di indirizzo e controllo, mentre ha approvato le mozione presentate da Vittorio Catone (PdL) che impegna presidenti di Consiglio e di Giunta a favorire la massima trasparenza delle attività dei consiglieri, predisponendo la diretta on-line di ogni Consiglio provinciale, e quella di Ferdinando Di Giacomo (PdL), sostenuta anche da diversi consiglieri del centro sinistra, per l'ottenimento dell'agibilità dei fabbricati scolastici di proprietà della Provincia e di quelli in affitto, cercando di reperire tutti i documenti che «diano la tracciabilità nel tempo della loro realizzazione».

28/09/2009 16.31