Inquinamento Saline. Di Stefano (Pd):«stop all'uso di acqua per l’irrigazione?»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1398

MONTESILVANO. Quanti soldi ha stanziato il Comune per bonificare la zona lungo le rive del Saline?L'ASSESSORE: «540 MILA EURO PER LA BONIFICA

Lo domanda il consigliere Gabriele Di Stefano al sindaco Cordoma. L'estate scorsa Wwf, Marelibero, Abruzzo Social Forum denunciarono lo stato di totale abbandono del territorio in cui è ricompreso il bacino del fiume Saline, a causa della presenza di discariche abusive lungo le rive, di pericolosissime sostanze inquinanti (diossine, idrocarburi aromatici, ecc.) nei terreni e nella falda.
Le stesse associazioni hanno presentato un esposto alla Procura di Pescara, al Ministero dell'Ambiente, al CFS e alla Regione per accertare la regolarità o meno dei lavori nei cantieri ricadenti nel Sin, trattandosi di terreni di cui non si conoscevano i livelli di contaminazione.
L'Arta, ricorda oggi Di Stefano, nel suo ultimo Rapporto sulla balneabilità delle acque del novembre 2008 mise in evidenza la criticità della situazione di inquinamento del Saline già esistente dal 2005, oltre che per la presenza di discariche, come la ex di Villa Carmine, per gli inadeguati e sottodimensionati impianti di depurazione che scaricano sul fiume.
L'estate scorsa, come si ricorderà, per la prima volta, fu vietata la balneazione sulla spiaggia a nord e a sud della foce del Saline.
«Quali iniziative urgenti ed efficaci», domanda oggi il consigliere del Pd, «volte alla tutela della salute della cittadinanza e alla bonifica del territorio in questione ha adottato dall'estate 2008 ad oggi?»
Di Stefano chiede anche se non si ritenga urgente, per coloro che possiedono terreni coltivati e pozzi per l'irrigazione nell'area inquinata e a ridosso di essa, emanare una ordinanza di divieto di uso di acqua per l'irrigazione, fino a quando le analisi dell'ASL non dimostreranno l'assenza di inquinanti dalla falda.

28/09/2009 11.35

[url=http://www.primadanoi.it/notizie/18156-Fiume-Saline-arriva-l-horror-tour]IL TOUR DELL'ORRORE[/url]


L'ASSESSORE: «540 MILA EURO PER LA BONIFICA

«Due settimane fa», ha replicato l'assessore ai Lavori pubblici Carlo Tereo de Landerset, «ho partecipato ad un incontro in Regione con il dirigente all'Urbanistica Gianfranco Niccolò e il dirigente al Servizio Gestione Rifiuti della Regione Abruzzo Franco Gerardini. Nel corso della riunione è stato concordato un intervento che prevede l'inizio dei lavori per la messa in sicurezza, con un'azione di sondaggi e controlli dell'area, entro il mese di novembre».
L'amministrazione comunale fa sapere che agirà per prima con un primo stanziamento di 50.000 euro, il secondo appoggio verrà stanziato dalla Regione Abruzzo con un importo di 340.000 euro e i restanti 140.000 verranno erogato dal Comune, che farà un mutuo, per la parte finale dell'opera di bonifica. Il totale dell'intervento è di 540.000 euro.
«La Regione – spiega l'assessore de Landerset - è stata molto soddisfatta per l'azione congiunta. Finalmente si è arrivati ad una soluzione definitiva sancita per la prima volta da un verbale, dopo tanti anni trascorsi a rilanciare la palla fra gli enti, che prevede un programma preciso. Il costo del progetto di riqualificazione della discarica è di 540.000 euro, l'area sarà definitivamente bonificata e messa in sicurezza. Entro novembre, il tempo utile per reperire i fondi, si partirà con i lavori che avranno la durata complessiva dodici mesi».

28/09/2009 16.36