100 giorni da sindaco, Pd: «Mascia? non ha combinato nulla»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

4330

100 giorni da sindaco, Pd: «Mascia? non ha combinato nulla»
PESCARA. Cento giorni deludenti in cui il Pd non salva niente. E’ questo il primo bilancio fatto dall’opposizione sull’operato della giunta Mascia. La replica arriva dal capogruppo del pdl, Lorenzo Sospiri: «i pescaresi ci hanno cisto lavorare».

Se l'ultimo giorno della campagna elettorale i due candidati Luigi Albore Mascia e il suo contendente Marco Alessandrini erano andati a pranzo insieme, adesso sono decisamente lontani quei tempi “idilliaci”. Almeno a parole.
Fair play e sportività sono state messe da parte e Alessandrini veste i panni della minoranza (indossati con 100 giorni di ritardo) e prova a picchiare “duro” sui primi tre mesi del neo primo cittadino.
In sostanza l'opposizione non salva niente. Anzi, per tracciare il bilancio del governo Mascia si è affidata ad un manifesto ironico dove accanto alla foto campeggia la scritta "Dove sei? Chi l'ha visto", rivolto al sindaco.
«Mascia è scomparso dal 15 giugno», dicono in coro i consiglieri del Pd. «Ha abbandonato la sua città».
E questi primi tre mesi sono «sostanzialmente inutili e deludenti per chi aveva affidato alla nuova amministrazione il mandato di governare Pescara per i prossimi cinque anni».
Alessandrini ha sottolineato i tagli al sociale «per finanziare - ha detto- blande manifestazioni sportive estive».
Il capogruppo sostiene che «nonostante gli sbandierati propositi, non ha dato alcun segnale di 'svolta' neanche nel campo della buona pratica amministrativa».

NEI PRIMI 60 GIORNI DI D'ALFONSO…

Immancabile un paragone con chi l'ha preceduto, ovvero l'ex sindaco Luciano D'Alfonso (… quando c'era lui…) che, ha ricordato Alessandrini, «nel 2003 in appena 60 giorni aveva appaltato opere pubbliche per cinque milioni di euro».
Però secondo l'opposizione una cosa concreta Mascia è riuscita a farla: «ha premiato con le recenti nomine dirigenziali la fedele militanza politica» ma allo stesso tempo «sono stati tolti 33mila euro alla sicurezza degli edifici scolastici e pubblici a favore di arredi da ufficio per le stanze degli assessori».
«La maggioranza di centrodestra», ha proseguito, «non ha prodotto una sola delibera concreta in grado di incidere realmente sul tessuto sociale, economico e strutturale della città e sul fronte opere pubbliche non risultano progetti approvati o messi in cantiere».
Non è piaciuta nemmeno la scelta di prolungare l'orario di chiusura dei locali «visto che - ha spiegato Alessandrini - ad un aumento dei tempi di apertura non sembra corrispondere quello dei controlli. Intanto la citta' - ha concluso - si interroga su uno strisciante degrado urbano, con evidenti riflessi negativi sulla qualita' della vita dei cittadini». Dello stesso avviso il consigliere comunale Moreno Di Pietrantonio che ha lamentato «la mancanza di idee e di strategie per la citta'».

DI NISIO (IDV) PRONTO A SALTARE LE COMMISSIONI»

Critiche sono arrivate anche dal consigliere dell'Italia dei Valori, Fausto Di Nisio che dopo 100 giorni di mandato denuncia che non si è riusciti «a risolvere un piccolissimo problema come quello del funzionamento delle commissioni comunali permanenti. Non si può più tollerare un atteggiamento lassista che di fatto sta producendo gravi danni, anche economici, all'amministrazione comunale in quanto le commissioni consiliari si svolgono in assenza dei segretari e quindi, molto spesso, senza la possibilità di discutere gli argomenti all'ordine del giorno».
I consiglieri, pertanto, non sono posti nella condizione di poter operare al meglio il loro mandato vista la totale precarietà con cui si svolgono le commissioni consiliari.
«Per quanto mi riguarda», ha annunciato Di Nisio, «sospenderò la mia partecipazione alle commissioni (rinunciando anche al compenso previsto) se non si tornerà ad una normale e corretta gestione delle commissioni consiliari entro l'inizio della prossima settimana».
Alla minoranza ora resta il dovere di un controllo vero e completo sulla intera attività amministrativa di Mascia ed i suoi.
22/09/2009 15.11

SOSPIRI: «I PESCARESI CI HANNO VISTO LAVORARE»

«Pescara ha un sindaco, Luigi Albore Mascia, democraticamente e legittimamente eletto da un'amplissima maggioranza dei cittadini, il 54,5 per cento degli elettori», ha replicato il capogruppo del Pdl, Lorenzo Sospiri. Il sindaco Mascia ha scelto il silenzio ma ha indetto per domani mattina una conferenza stampa proprio per parlare dei suoi primi 100 giorni di governo.
Così per il momento è toccato a Sospiri fare l'elenco di tutto quello che Mascia e la sua giunta hanno fatto in questi mesi: «abbiamo fatto ripartire l'iter per la costruzione della filovia, ottenuto i fondi per il dragaggio del fiume (500mila euro), abbiamo ripristinato i distaccamenti della Polizia municipale sul territorio, ripristinato l'ordine pubblico inaugurando un nuovo rapporto di collaborazione con gli operatori. I cittadini», continua Sospiri, «ci hanno visto far partire la costruzione della prima Casa dello Studente, consegnare 18 nuovi alloggi popolari in via Cavallaro alle famiglie in graduatoria, riqualificare in poche settimane il mercato ittico all'ingrosso dopo sei anni di abbandono totale. Comprendiamo la delusione legata alla cocente sconfitta elettorale, ma forse, dopo 100 giorni, è giunto anche per il centrosinistra il momento di riacquisire la necessaria serenità per affrontare i prossimi cinque anni di opposizione».
«Lo stesso Alessandrini», ha continuato Sospiri, «celebra la passata giunta che, nei primi 60 giorni di governo, aveva appaltato lavori per 5 milioni di euro, opere già progettate e messe a bando dalla precedente giunta Pace: purtroppo molti di quei cantieri non hanno mai visto la fine, come la Casa di riposo di via Arapietra, l'ex Omni in via del Circuito, o anche il rifacimento di strade e marciapiedi che già dopo qualche mese erano di nuovi pieni di buche e voragini, come nel caso di via Di Sotto. Opere che ora stiamo facendo ripartire o alle quali stiamo mettendo riparo».

22/09/2009 16.47