Treni, per gli abruzzesi treni regionali al prezzo di Eurostar

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

2392

ABRUZZO. Prezzi da Eurostar per treni che non sono niente di più che semplici regionali. Il Pd evidenzia anomalie nei costi, tempi di percorrenza e qualità dei servizi.




Dopo continue sollecitazioni dei cittadini-utenti della tratta ferroviaria Direttrice Adriatica a sud di Ancona, il Partito Democratico ha deciso di evidenziare tutta una serie di anomalie inerenti costi, tempi di percorrenza e qualità dei servizi.
Gli utenti della Direttrice Adriatica a sud di Ancona (quindi anche gli abruzzesi) dispongono quasi esclusivamente degli Eurostar city per spostarsi in treno da Bari verso Bologna e Milano.
«Questa tipologia di treni è caratterizzata da lenta velocità (dai 78 km/h a un massimo di 110 km/h)», sottolinea il coordinamento del Pd, «e da alti costi del biglietto ( Pescara-Bologna, km 350, costa in 2^ classe 36,60 €)».
Sulla omologa linea tirrenica gli utenti possono scegliere di viaggiare con l'Eurostar oppure con treni regionali.
Nel primo caso, però, pagano gli stessi prezzi della direttrice adriatica ( Pisa-Roma km 336, biglietto in 2^ classe: 35.60 €; velocità commerciale 117 km/h). Ma possono decidere di viaggiare con un treno regionale – cosa impossibile sull'adriatrica.
In quel caso la velocità commerciale è di 84 Km/h e pagano 17.65€ .
Sulla Direttrice interna Roma-Firenze -Milano la situazione è invece la seguente : il servizio Alta Velocità consente spostamenti a quasi 200 km/h, con un costo del biglietto leggermente superiore a quello dell'Eurostar City della linea adriatica (Roma-Firenze, 316 km, costo 39.90).
Ma se si viaggia nella stessa relazione con un regionale – sempre impossibile nella Direttrice adriatica- il costo è di 16.00 € con una velocità commerciale di quasi 86 Km/h.
Inoltre sull'Alta velocità esistono offerte commerciali che consentono, prenotando in anticipo, di risparmiare fino al 60% del prezzo del biglietto. Oppure di evitare il pagamento del biglietto ad un ragazzo di 12 anni se viaggia accompagnato da due adulti.
«Da queste sommarie considerazioni – dicono gli esponenti del Pd - si evince che gli abruzzesi pagano prezzi da Eurostar, per viaggiare a velocità commerciali dei regionali delle altre Direttrici, tralasciando tantissimi altri aspetti della qualità».
Eppure la legge fondamentale che regola i servizi di trasporto in Italia prevede che i soggetti erogatori dei servizi «devono garantire pari trattamento, a parità di condizioni del servizio prestato, sia fra le diverse aree geografiche di utenza, sia fra le diverse categorie o fasce di utenza. E così mentre si aspettano miracolose soluzioni infrastrutturali da realizzare nell'anno di utopia, i cittadini abruzzesi continuano a subire notevoli danni dall'attuale offerta».

19/09/2009 9.55