Raccolta differenziata. «A Casoli +28% in soli due anni»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

981

CASOLI. Il Comune di Casoli ha raggiunto l'obiettivo del 50% di raccolta differenziata per l'anno 2009 come fissato dalla Legge in materia.

«E' un risultato straordinario che premia tutti quelli che hanno lavorato con impegno, costanza e determinazione per realizzare quanto previsto dal nuovo progetto», hanno commentato soddisfatti il sindaco Sergio De Luca e l'assessore all'Ambiente, Mario Fores.

Passare dal 22,5% di differenziata dell'anno 2007 alla media del 50% ottenuto nei primi 8 mesi del 2009, è stato possibile grazie alla concretizzazione di una serie di fatti positivi, dicono dal Comune. Dalla campagna di comunicazione e informazione alla modifica dell'organizzazione del servizio Porta a Porta, da prima con la consegna delle buste colorate e da qualche mese dei bidoncini colorati per tutte le tipologie di rifiuto a circa 1350 nuclei familiari.
Poi ancora l'introduzione della tecnica del compostaggio domestico a circa 600 famiglie delle contrade, l'affidamento del Servizio al Consorzio Comprensoriale dei Rifiuti di Lanciano di cui il Comune è socio con il cambio della società che svolge servizio.
«E' importante essere entrati a far parte dei Comuni virtuosi in materia di raccolta differenziata ed essere fra i Comuni Ricicloni tra i primi della Regione Abruzzo», ha continuato il sindaco, «in primo luogo per non vedersi applicate le sanzioni previste, ed ancora di più perchè il Comune di Casoli non è un piccolo Comune nei quali è più semplice cambiare le cose, con i 5.980 abitanti si posiziona in una fascia dove non è facile ottenere tali risultati».
Infatti nel comprensorio gestito dal Consorzio Comprensoriale dei Rifiuti di Lanciano è l'unico Comune che affidando direttamente il Servizio al Consorzio ha ottenuto il 50% di raccolta differenziata.

Il prossimo obiettivo adesso è quello da raggiungere nel 2010 con il 55% di raccolta differenziata.

14/09/2009 10.18