Viabilità Popoli: sbloccato appalto per 728mila euro

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

2625

Viabilità Popoli: sbloccato appalto per 728mila euro
PESCARA. Prenderanno il via tra novembre e dicembre i lavori su tre strade importanti della Provincia di Pescara, tutte situate nel territorio di Popoli. IL PD: «GIUNTA TESTA RIVENDICA IL LAVORO DEGLI ALTRI»
Si tratta della strada provinciale n. 72 che collega Popoli a Vittorito, la strada statale numero 5 (Tiburtina Valeria) e la strada regionale numero 17 (ex statale).
L'importo dei lavori è di 728mila euro (i fondi sono regionali), e il progetto definitivo è stato approvato nei giorni scorsi dalla giunta.
Per quanto riguarda la Tiburtina si prevede l'allargamento della carreggiata (da 6,10 metri a 8 metri) dall'ingresso dell'abitato di Popoli (semaforo ospedale civile) fino all'Albergo Tremonti, in modo da rendere più sicura anche la curva “delle vecchie Terme”. Si interverrà, poi, per il rifacimento del manto stradale e la sostituzione delle barriere stradali esistenti.
«Su questa strada – fa notare l'assessore provinciale alla Protezione Civile Mario Lattanzio – transitano diecimila mezzi al giorno e il tasso di incidentalità è, purtroppo, molto alto. Si capisce, quindi, la rilevanza di questo intervento».
Anche sulla strada provinciale numero 72 si prevede un ampliamento della carreggiata (da 6,80 a 8,80 metri) dal nuovo ponte fino al cavalcavia per Vittorito.
Si aggiungono, poi, il rifacimento del manto stradale su tutto il tratto e, anche qui, la sostituzione delle barriere stradali. I lavori sulla SP 72 cominceranno a metà settembre nell'ambito di un altro appalto, dell'importo di 90mila euro, che porterà alla messa in sicurezza, al rifacimento delle caditoie per l'acqua piovana, al rifacimento della massicciata con la bitumatura e all'ampliamento della sede stradale. A fine anno, poi, partirà anche il secondo stralcio, quello che rientra nell'appalto da 728mila euro.
Sulla strada regionale numero 17, che collega Popoli con la Valle Peligna e L'Aquila, il progetto prevede la sostituzione della barriere esistenti sul ponte Murat e sul ponte di Scipio nonché la rimozione del marciapiede, per realizzarne uno nuovo. Pure in questo caso sarà rifatto il manto stradale e saranno sostituite le barriere stradali.
«Per questo appalto – sottolineano Lattanzio e l'assessore provinciale alla Viabilità Roberto Ruggieri – si è registrato un lungo ritardo e la responsabilità è da imputare alla precedente amministrazione che aveva il progetto a disposizione già dal mese di dicembre 2008 ma ha preferito bloccare tutto e tenerlo nel cassetto, anziché far partire i lavori. Dopo il nostro insediamento abbiamo deciso di sbloccare l'iter e di accelerarlo al massimo per far partire i lavori».
Ruggieri ha annunciato che «si sta dando una accelerata anche ad altri progetti inspiegabilmente fermi e presto – ha aggiunto – partiranno i lavori relativi alle frane a Catignano, Alanno e Città Sant'Angelo».
Soddisfatto il presidente della Provincia, Guerino Testa.
«Quello di Popoli – commenta – è un appalto importante per questo territorio, e abbiamo voluto dargli la priorità assoluta, considerato che non era più ammissibile continuare a rinviare un intervento tanto atteso. Seguiremo lo stesso principio anche per altri progetti che abbiamo trovato inspiegabilmente al palo».

09/09/2009 12.31

IL PD: «GIUNTA TESTA RIVENDICA IL LAVORO DEGLI ALTRI»

«Le affermazioni di Testa confermano che quei lavori sono stati previsti in bilancio dal sottoscritto e dalla giunta di centrosinistra e di certo non da loro. Però le suddette affermazioni contengono sempre la solita volontà di mistificare i fatti». Lo afferma il consigliere provinciale del PD Antonio Castricone.
«Le dichiarazioni di Testa» dice Castricone «sono palesemente false perché il progetto esecutivo è stato consegnato in Provincia a metà maggio del 2009 e non a dicembre, quando è stato consegnato il solo progetto definitivo rispetto al quale dovevano essere acquisiti i pareri di tutti gli enti coinvolti, come ANAS, Beni Ambientali della Regione Abruzzo e Forestale. Testa e Lattanzio si ostinano a distorcere la realtà non conoscendo le procedure necessarie per la realizzazione di un progetto che prevede il coinvolgimento di più attori. Ricordo a tutti però, che l'allora Consigliere Provinciale Lattanzio una volta non fu presente all'approvazione in Consiglio del piano che prevedeva queste opere e la successiva volta si astenne sul provvedimento. Dovrebbe averne memoria prima di parlare a vanvera. Invece» dice ancora Castricone «ai tanto solerti amministratori chiedo perché, dopo più di due mesi, non riescono a far partire un lavoro per 90.000 euro sulla provinciale per Vittorito, già appaltato ed aggiudicato alla ditta Mazzocco Costruzioni di Elice l'8 giugno 2009, la cui consegna dei lavori è stata effettuata dagli uffici l'otto luglio. Testa e Lattanzio provano ad essere solerti nel voler appiccicare la loro faccia sul lavoro degli altri, ma non riescono a far partire neanche lavori già affidati. Sarebbe il caso che iniziassero a lavorare con serietà alla soluzione dei problemi concreti dei Comuni».

09/09/2009 16.20