La Mare-Monti ricomincia dal secondo lotto. Variante 16 aperta ad ottobre

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

3198

La Mare-Monti ricomincia dal secondo lotto. Variante 16 aperta ad ottobre
PENNE. In attesa che venga revocato il sequestro giudiziale sul primo lotto dell’opera, meglio passare al secondo. Così la Mare Monti potrebbe riprendere il suo percorso verso il capoluogo adriatico ripartendo dal secondo lotto.
E' quanto si è deciso questa mattina nell'ennesimo incontro tra il neo presidente della Provincia, Guerino Testa, ed il responsabile locale dell'Anas, Valerio Mele.
Testa si è anche impegnato a contattare il sindaco di Penne, Donato Di Marcoberardino, affinché formuli una richiesta ufficiale all'Anas per far partire i lavori relativi al secondo lotto della Mare-Monti.
Si parla del tratto della variante alla Statale 81 che va dalla zona industriale, meglio nota come contrada Campetto, a Passo Cordone.
Come noto il primo lotto è stato posto sotto sequestro meno di due anni fa per problemi legati a vincoli ambientali (il progetto era stato modificato ed il viadotto previsto penetrava dentro l'area protetta).
Da allora il cantiere della Toto spa è bloccato. Ed è probabile che il dissequestro non sia disposto a breve anche perché il provvedimento chiesto dalla magistratura è stato più volte confermato.
L'inchiesta è ancora aperta e potrebbe essere chiusa nel giro di pochi mesi e serbare qualche sorpresa roboante e qualche conferma.
«In attesa che si sblocchi il cantiere del primo lotto – ha detto il presidente Testa – è necessario risolvere i problemi di viabilità della zona vestina. Per questo, in accordo con l'Anas, dirotteremo i 17 milioni di euro già stanziati alla realizzazione del secondo ed ultimo lotto, fino a Passo Cordone. Ho intenzione di prendere di petto una situazione che si trascina da anni e di accelerare l'iter per la realizzazione di un'opera strategica per la viabilità dell'area vestina, attesa da tempo da tutta la popolazione».

VARIANTE 16:«APERTA A FINE OTTOBRE PER TRE MESI IN UN SENSO»

Durante l'incontro odierno si è parlato anche della variante alla Strada statale 16 che da ottobre che dovrebbe essere aperta al transito delle auto in direzione nord-sud (Montesilvano-Pescara) per circa tre mesi.
A partire dal nuovo anno la strada aprirà a doppio senso di marcia, consentendo un flusso più agevole della circolazione in vista anche dell'apertura del nuovo Outlet “Città Sant'Angelo village”, prevista per Natale.
Nel frattempo si lavorerà per portare avanti il progetto, con una verifica dei costi da parte dell'Anas, relativo alla realizzazione del tratto della statale che va da Montesilvano a Città Sant'Angelo. L'Anas, su richiesta della Provincia, si occuperà della manutenzione straordinaria delle strade di competenza Anas che ricadono sul territorio provinciale.
Uno studio di fattibilità dell'Anas, stabilirà infine la possibilità di realizzare il prolungamento dell'Asse attrezzato verso Manoppello, zona Interporto.
«È importante unire le forze per superare gli ostacoli – ha detto l'assessore Ruggieri – per risolvere gli annosi problemi di viabilità che caratterizzano diversi tratti del nostro territorio».

08/09/2009 14.48