Incendio Ortucchio: «emesse sostanze tossiche»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1900

L'AQUILA. Il Wwf: «emesse sostanze tossiche e cancerogene come benzene e stirene. Bene l'intervento in emergenza del Comune di Ortucchio».

Il Wwf interviene sulla vicenda dell'incendio avvenuto la settimana scorsa in un'azienda di
Ortucchio che ha interessato un deposito di rifiuti plastici provocando una nube.
Secondo le prime analisi dell'Arta, comunica il Wwf, nei fumi sono state riscontrate diverse sostanze tossiche e/o cancerogene quali benzene, stirene ed eptano.
Il benzene in particolare è una sostanza cancerogena accertata (classe I dell'agenzia internazionale di ricerca sul cancro).
Si tratta del quinto incendio di aziende con grandi stoccaggi di materiale plastico in poco più di un anno in Abruzzo.
Il Wwf esprime una fortissima preoccupazione per «il ripetersi di situazioni che pongono a grande rischio la popolazione, sia quella che abita nelle immediate vicinanze sia quella che viene interessata dai fumi e dalle ricadute».
Il Comune di Ortucchio ha saputo gestire l'emergenza molto bene, commenta sempre l'associazione ambientalista, provvedendo ad un'immediata evacuazione delle famiglie più esposte, al contrario di altri casi recenti avvenuti in Abruzzo come Chieti.
Anche in questo caso, però, il Wwf nota che l'opera dell'Arta si è contraddistinta per un «altissimo senso del dovere personale da parte di alcuni dipendenti che, pur in assenza della reperibilità, hanno assicurato un intervento notturno sul posto immediato che rende possibile avere alcuni dati indispensabili per capire l'impatto sulla popolazione».
D'altro lato, però, il Wwf ricorda che «non si può demandare la capacità di intervento al senso di responsabilità personale di singoli operatori ma è necessario assicurare procedure di monitoraggio
standard con reperibilità 24 ore su 24 per tutti i giorni dell'anno».
Inoltre ancora una volta, chiude l'associazione, «l'Arta non è in grado, per mancanza di risorse
materiali, di assicurare un monitoraggio completo degli inquinanti emessi in atmosfera (ad esempio, diossine). Sappiamo che sono stati avviati sforzi da parte dell'agenzia per integrare la strumentazione ma dobbiamo constatare che l'evento di Ortucchio ripropone integralmente
questo problema».
Il Wwf richiama pertanto l'amministrazione regionale a garantire all'Arta tutta le risorse materiali e di organizzazione necessarie per tutelare la salute dei cittadini e dell'ambiente.
08/09/2009 14.01