Consiglio provinciale, via libera alle 8 commissioni. Scontro sulla caccia

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1543

CHIETI. La seduta del Consiglio provinciale di ieri pomeriggio ha approvato due delibere e respinto un ordine del giorno presentato dal capogruppo dell'Idv, Eliana Menna.


Poco prima le interrogazioni dei consiglieri D'Amico e Tamburrino (Pd). Rinviati, dopo l'esaurimento delle due ore a disposizione per la discussione di mozioni ed ordini del giorno, l'ordine del giorno del consigliere Radica (Pd) e le mozioni del capogruppo D'Amico (Pd).
L'ordine del giorno respinto con 18 voti contrari e 11 favorevoli, dopo un lunghissimo dibattito per cercare un testo che potesse essere votato all'unanimità, riguardava un intervento presso la Regione in materia di tagli ai servizi sociali dopo l'approvazione del bilancio di previsione 2009.
La delibera che ha approvato le commissioni consiliari ne ha stabilito anche la composizione:
I – Sviluppo economico, programmazione economica e bilancio: ARGENTIERI Angelo, COLETTI Tommaso, D'AMICO Camillo, DI PAOLO Mario, D'UGO Antonio, FAGNILLI Palmerino, FIORITI Federico, MARCELLO Tonino, MONTEPARA Fabrizio MARIOTTI Giovanni, MORONI Franco, ORLANDO Angelo, RADICA Angelo, SCOPINO Arturo, SIGISMONDI Etelwardo, SISTI Paolo;
II – Lavori pubblici e trasporti: ARGENTIERI Angelo, COLETTI Tommaso, D'UGO Antonio, DI BIASE Carla, DI CLEMENTE Giorgio, DI PAOLO Mario, FIORITI Federico, MARCELLO Tonino, MARIOTTI Giovanni, MINCONE Nicola, NATALE Michelino, ORLANDO Angelo, SCOPINO Arturo, SIGISMONDI Etelwardo, SPUTORE Vincenzo, TAMBURRINO Antonio;
III – Urbanistica, pianificazione del territorio, ambiente: ARGENTIERI Angelo, COLETTI Tommaso, D'AMICO Camillo, DI BIASE Carla, DI PAOLO Mario, DI RITO Giovanni, FIORITI Federico, MENNA Eliana, MONTEPARA Fabrizio, MORONI Franco, MARCELLO Tonino, MARIOTTI Giovanni, ORLANDO Angelo, SCOPINO Arturo, SIGISMONDI Etelwardo, TUCCI Enzo;
IV – Servizi sociali, sanitari, Pubblica Istruzione, Politiche giovanili, Pari Opportunità: ARGENTIERI Angelo, D'ALONZO Luigi, DI BIASE Carla, DI CAMPLI Roberto, DI CLEMENTE Giorgio, DI PAOLO Mario, DI RITO Giovanni, D'UGO Antonio, MARIOTTI Giovanni, MENNA Eliana, ORLANDO Angelo, SCOPINO Arturo, SPUTORE Vincenzo, STANISCIA Giovanni, TAMBURRINO Antonio, TUCCI Enzo;
V – Turismo, Tempo libero, Sport, Cultura: ARGENTIERI Angelo, D'ALONZO Luigi, DI CAMPLI Roberto, DI PAOLO Mario, DI RITO Giovanni, FIORITI Federico, FORTE Giuseppe, MARIOTTI Giovanni, MINCONE Nicola, MONTEPARA Fabrizio, MORONI Franco, NATALE Michelino, ORLANDO Angelo, RADICA Angelo, SCOPINO Arturo, TAMBURRINO Antonio;
VI – Statuto e regolamenti, Affari istituzionali e generali, Decentramento, Lavoro e formazione: ARGENTIERI Angelo, D'UGO Antonio, DI CAMPLI Roberto, DI CLEMENTE Giorgio, DI PAOLO Mario, DI RITO Giovanni, FIORITI Federico MARIOTTI Giovanni, MINCONE Nicola, MORONI Franco, NATALE Michelino, ORLANDO Angelo, RADICA Angelo, SCOPINO Arturo, SISTI Paolo, SPUTORE Vincenzo, TUCCI Enzo.
VII – Agricoltura, Caccia e Pesca, Zone interne: ARGENTIERI Angelo, D'ALONZO Luigi, D'AMICO Camillo, D'UGO Antonio, DI BIASE Carla, DI CLEMENTE Giorgio, DI PAOLO Mario, DI RITO Giovanni, FAGNILLI Palmerino, MARIOTTI Giovanni, MINCONE Nicola, ORLANDO Angelo, SCOPINO Arturo, SPUTORE Vincenzo, STANISCIA Giovanni, TAMBURRINO Antonio;
VIII – Controllo e garanzia: ARGENTIERI Angelo, COLETTI Tommaso, D'ALONZO Luigi, D'UGO Antonio, DI PAOLO Mario, DI RITO Giovanni, FAGNILLI Palmerino, FORTE Giuseppe, MARCELLO Tonino, MARIOTTI Giovanni, MONTEPARA Fabrizio, ORLANDO Angelo, RADICA Angelo, SCOPINO Arturo, SIGISMONDI Etelwardo, SISTI Paolo.
Le commissioni saranno convocate nei prossimi giorni per l'elezione dei presidenti e dei vicepresidenti.

SCONTRO SULLA CACCIA

Infine il Consiglio provinciale ha deliberato con 17 voti favorevoli e 7 contrari la sospensione, per l'annualità venatoria 2009/2010, l'efficacia del disciplinare per la programmazione e pianificazione del prelievo venatorio del cinghiale, approvato il 16 febbraio scorso.
«L'atto è il primo visibile risultato che, la nuova maggioranza, doveva quale pegno e dazio elettorale alle associazioni venatorie ed agli Ambiti Territoriali di Caccia (A.T.C.) per il chiaro sostegno ricevuto nella consultazione del 6 e 7 Giugno», ha commentato seccato il consigliere provinciale e capogruppo del Pd, Camillo D'Amico. «E' un atto di arroganza che tradisce sia lo spirito collaborativo espresso in maniera manifesta dai gruppi dell'allora opposizione nel costruire un testo condiviso in commissione sino alla stesura finale poi approdata in consiglio ove obbedirono supinamente alle vulgate ricattatorie delle associazioni e degli A.T.C. perché non parteciparono al voto con pretesti inconsistenti, che l'attesa si eleva dai cittadini i quali chiedono misure concrete atte a drenare l'alto numero di ungulati presenti sul territorio che, oltre i consistenti e consolidanti danni in agricoltura, creano pericolo per l'incolumità di cose e persone».

02/09/2009 11.47