Snav e Croazia, Mascia vuole un collegamento tutto l’anno

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1217

Snav e Croazia, Mascia vuole un collegamento tutto l’anno
PESCARA. Da lunedì prossimo la nuova amministrazione comunale prenderà i primi contatti per assicurare a Pescara un collegamento marittimo con la Croazia che duri tutto l’anno.

«Con la Snav e la Provincia di Pescara potenzieremo la Stazione d'imbarco presso il porto canale», hanno detto il sindaco Luigi Albore Mascia e il vice Berardino Fiorilli, «ma soprattutto porteremo il capoluogo adriatico nel circuito delle grandi rotte per incrementare il traffico dalla Toscana, dalle Marche, dalla Puglia e dalla Campania». Nel corso della conferenza stampa di ieri a bordo del Pescara jet, presso il porto canale è stato presentato anche il bilancio dei collegamenti marittimi tra Pescara e la Croazia, partiti lo scorso 25 luglio e terminati il 31 agosto. Presente alla conferenza stampa anche Bruno Santori, presidente dell'Agenzia Sanmar, e il comandante del Pescara jet Michele Schettino.
«Appena ci siamo insediati – hanno ricordato il sindaco Albore Mascia e l'assessore Fiorilli -, lo scorso 15 giugno, abbiamo salvato il collegamento con la Croazia, stabilendo un'interlocuzione con la famiglia Ponte-Vago, titolari della Msc Crociere, di cui fa parte la compagnia di navigazione Snav. L'amministrazione ha dato tutta la propria disponibilità per garantire al meglio la linea, rifacendo subito la segnaletica stradale nell'area portuale, assicurando la presenza di due bus navetta con la Gtm e la presenza dei taxi».
I collegamenti però sono stati solo 38: «abbiamo migliorato il trend dello stesso periodo dello scorso anno», hanno assicurato dal Comune, «totalizzando 25.500 passeggeri, circa 2.300 unità in più rispetto al 2008».
Un dato nuovo anche quello sulla provenienza dei passeggeri: «per la prima volta», ha detto Mascia, «si sono imbarcati da Pescara non solo passeggeri laziali, ma anche toscani, marchigiani, campani, addirittura calabresi, un segno importante per la città, l'unica in Abruzzo a garantire tale collegamento, simbolo di quella vocazione turistica che vogliamo potenziare, istituendo un collegamento di durata annuale, magari utilizzando un mezzo diverso dal Pescara jet, che ci consenta anche un traffico commerciale oltre che passeggeri».
Lunedì, come hanno ricordato il sindaco Albore Mascia e l'assessore Fiorilli, il Pescara Jet verrà riportato a Ravenna per il rimessaggio invernale, «e già dal giorno dopo l'amministrazione comunale, con la Sanmar, la Msc Crociere e la Snav, con cui vogliamo mantenere un rapporto di partnership esclusivo, evitando le confusioni del passato, programmeremo la prossima stagione».
Il potenziale c'è, come ha sottolineato l'assessore Fiorilli, «perché non esiste solo il turismo balneare, ma anche quello religioso, mantenendo ad esempio una linea che ci consenta il trasporto dei pellegrini diretti a Medjugorje. E c'è un traffico commerciale che vede nella Croazia la sua destinazione naturale».

02/09/2009 8.06