Incendio Seab, rimborso spese per Comuni

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

2374

PESCARA. «Tempestività e massimo impegno abbiamo impiegato nel risolvere i problemi causati dall'incendio della ditta SEAB di Chieti».

Così, l'assessore alle Politiche Agricole, Mauro Febbo, che ha immediatamente predisposto le procedure necessarie per il rimborso delle spese che i comuni sosterranno per lo smaltimento di quei prodotti considerati oramai rifiuti a causa delle contestate ordinanze.
A quattro giorni di distanza dall'evento, infatti, giunse l'ordinanza del Sindaco di Chieti, Francesco Ricci, e dei Sindaci dei Comuni di San Giovanni Teatino, Francavilla, Torrevecchia, Ripa Teatina e Miglianico, con le quali veniva proibita la vendita e la consumazione dei prodotti agro-alimentari senza una necessaria ed analitica documentazione.
«Con esse sono esplosi l'allarmismo nei consumatori - ha ripreso l'assessore - ed i conseguenti danni economici per produttori e commercianti del settore, nel periodo in cui venivano monetizzati i loro sacrifici. A seguito delle analisi dell'Istituto Zooprofilattico Caporale, commissionate dall'Arta, venivano, poi, scongiurate le ipotesi di contaminazione da diossina. Ma i prodotti stoccati nelle celle frigorifere vanno ormai persi. Di qui la nostra massima attenzione alla problematica - ha ribadito - per cercare di ridurre al minimo il danno«.
L'assessore Febbo, ha poi tenuto a sottolineare limpegno profuso dal presidente de La Valle della Pescara, Maurizio Costa, nel supportare le iniziative intraprese dall'assessorato.
30/07/2009 16.50