Lapenna vara la sua nuova giunta:«non un semplice rattoppo»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1048

VASTO. Sono stati presentati questa mattina dal sindaco di Vasto, Luciano Lapenna, i componenti della nuova giunta azzerata tre settimane fa.
Il nuovo esecutivo prevede:
- Vincenzo Sputore, vice sindaco con deleghe alla Polizia Municipale, Servizi, Viabilità e Toponomastica, Rapporti con le Società Consortili e partecipate, Patrimonio.
- Lina Marchesani: Politiche Educative e dell'Istruzione, Uffici Relazioni con il Pubblico, Servizi Demografici, Ufficio Statistica.
- Marco Marra: Servizi Sociali, Politiche Giovanili, Rapporti Associazioni Onlus, Volontariato, Pari Opportunità, Fondi Europei.
- Domenico Molino: Bilancio, Personale, Tributi, Controllo di Gestione, Provveditorato, Economato, Affari Generali.
- Corrado Sabatini: Lavori Pubblici.
- Nicola Tiberio: Gestione del Patrimonio Abitativo Pubblico, Edilizia Scolastica, Trasporti, Sport.
- Anna Suriani: Cultura, Ambiente, Riserve ed aree protette.
Le altre deleghe e, nello specifico, Commercio, Turismo ed Urbanistica sono riservate al sindaco.
«Consentitemi di dire», ha detto il sindaco Lapenna, «non è stato, come qualcuno ha scritto in maniera spavalda dopo l'azzeramento della giunta, un semplice rattoppo. La revoca degli assessori è stato invece un atto dovuto alla mia città dopo un malessere che sempre più avvertivo tra assessori e consiglieri».
La sostituzione degli assessori, ha spiegato il primo cittadino, era stata richiesta dai gruppi consiliari e dai partiti di appartenenza.
Così pure l'estromissione dell'assessore Nicola Del Prete è stata formalmente richiesta dal gruppo e dalla totalità, con qualche eccezione, dei consiglieri del Partito Democratico.
Lo stesso gruppo del Pd ha chiesto al sindaco non sostituire l'assessore uscente con altri rappresentanti del Pd.
«Ragioni di equilibrio – ha spiegato il sindaco - mi hanno portato a ridurre la Giunta a sette con l'uscita anche dell'assessore Rocco Cerulli. Dopo l'azzeramento ho chiesto a tutti i gruppi ed ai consiglieri di ribadire la fiducia al Sindaco, con l'impegno da parte di tutti, ad un patto di fine legislatura. Di condividere la riduzione dell'esecutivo, di approvare subito i punti all'ordine del giorno del Consiglio Comunale andato deserto e predisporre un piano di lavoro per i Consigli Comunali. L'approvazione del conto consuntivo 2008, in prima convocazione e all'unanimità, la rinnovata fiducia al Sindaco, la condivisione nella riduzione degli assessori, l'impegno al patto di fine legislatura sono atti importanti per questa maggioranza di Governo. Le consultazioni fatte con i singoli consiglieri comunali e con i gruppi mi hanno tranquillizzato. Sono certo che gli impegni assunti da tutti vanno nella direzione giusta per il bene di Vasto».
«Sono altresì convinto», ha concluso Lapenna, «che ogni escluso comprenderà le ragioni di esclusivo interesse collettivo che mi hanno spinto alle decisioni oggi assunte. A nessuno sfugge l'importanza che assume l'assemblea consiliare ed il rapporto ottimo che deve sempre esserci tra questa e la Giunta, tra i consiglieri ed i singoli assessori».

27/07/2009 14.12