Scoperta "fabbrica" di cd contraffatti: sequestrati 10 mila pezzi

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1222

MARTINSICURO. E’ stata smantellata una centrale di riproduzione abusiva: sequestrati 9.374 tra Dvd e Cd contraffatti, 11.400 custodie e locandine per confezionare i supporti e 29 masterizzatori distribuiti su tre torri.


La Guardia di Finanza di Giulianova, i Carabinieri della Stazione di Martinsicuro e gli agenti della Polizia Municipale di Martinsicuro hanno trovato anche qualche migliaio di capi di abbigliamento contraffatti per un valore complessivo di 50 mila euro.
Nel corso dell'attività di servizio più di trenta agenti tra finanzieri carabinieri ed appartenenti alla polizia municipale hanno perquisito un immobile di, in via Vivaldi dove risiedono numerosi cittadini extracomunitari.
In particolare le Forze dell'ordine, appostate nei pressi dell'edificio, hanno fermato un cittadino senegalese di circa 30 anni in possesso di alcuni capi contraffatti di varie marche.
Accertata la palese contraffazione degli accessori in suo possesso, i militari hanno perquisito l'abitazione.
Alla vista delle Forze dell'ordine un altro cittadino extracomunitario ha cercato di fuggire calandosi dal balcone ma è stato bloccato.
Di qui l'estensione della perquisizione ad altri appartamenti.
I controlli in materia di immigrazione sono stati effettuati dall'Arma dei carabinieri supportati dalla Polizia Municipale per i necessari riscontri anagrafici. Nel corso della perquisizione sono state utilizzate anche le unità cinofile antidroga della Guardia di Finanza di Giulianova.
I prodotti contraffatti erano destinati, con ogni probabilità, al mercato illegale della costiera abruzzese e marchigiana. I militari hanno accertato l'eccellente qualità del materiale sequestrato e l'avanzato livello tecnologico degli strumenti di duplicazione utilizzati.
I responsabili sono stati denunciati per violazione alla legge sul diritto d'autore e la merce sequestrata è stata concentrata presso la Compagnia della Guardia di Finanza di Giulianova in attesa della perizia disposta dal Sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Teramo, Roberta D'Avolio, titolare dell'indagine.
I clandestini, dopo gli accertamenti di rito compiuti presso la Stazione Carabinieri di Martinsicuro, sono stati accompagnati presso l'Ufficio Stranieri della Questura di Teramo.
25/07/2009 10.21