Ospedali in Provincia di Pescara, Mascia: «nessuno chiuderà»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1336

PESCARA. Oggi Pescara conoscerà il Piano Industriale della Asl che porterà a una riorganizzazione del nosocomio, ma soprattutto dell’assetto complessivo delle strutture sanitarie su tutto il territorio provinciale.



Il Comune, come ha annunciato ieri il sindaco Luigi Albore Mascia, discuterà del documento direttamente con il direttore generale Claudio D'Amario che prenderà parte per la prima volta alla riunione del Comitato Ristretto dei sindaci.
«Da oltre un anno sono state attivate quelle misure che puntano, in qualche maniera, a ridurre il deficit sanitario registrato sull'intero territorio regionale – ha ricordato il sindaco Mascia -, misure adottate dalle passate gestioni spesso in modo disarmonico, determinando disagi soprattutto per l'utenza, alle prese con reparti ospedalieri accorpati, con le carenze nei posti letto, e soprattutto i tagli sul personale».
Con l'insediamento della nuova Direzione generale «la politica delle sforbiciate e dei tagli indiscriminati è stata bloccata», ha assicurato il primo cittadino, «per lasciare spazio a uno studio coerente teso alla ristrutturazione e riorganizzazione dell'intero sistema sanitario della provincia di Pescara, un riordino che, innanzitutto, ha allontanato lo spettro relativo all'annunciata chiusura dei nosocomi dell'hinterland». Nessun ospedale scomparirà, annuncia Mascia, «piuttosto si punterà alla valorizzazione delle eccellenze, alla realizzazione di branche di specializzazione sanitaria che trasformeranno ogni struttura in un Polo insostituibile, in un punto di riferimento a livello regionale e italiano».
Si parla quindi di riconversione di alcuni ospedali.
Il Piano industriale verrà illustrato oggi, nel corso della prima riunione del Comitato Ristretto dei sindaci, presieduto dal sindaco di Pescara Albore Mascia, «il primo vertice dopo quasi un anno di completa inattività, segno purtroppo del disinteresse della passata giunta comunale nei confronti dei problemi della sanità locale e regionale che invece tanto da vicino toccano e influenzano il benessere collettivo».
«Il Piano industriale – ha poi proseguito il sindaco Albore Mascia – sarà l'atto propedeutico alla redazione dell'Atto Aziendale della Asl, un processo nel quale la nuova amministrazione comunale vuole essere parte attiva per farsi portavoce delle istanze degli utenti».

22/07/2009 9.26