Silvi: annullata commissione di concorso e atti consequenziali

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1134

SILVI. Il segretario comunale non poteva essere nominato presidente della commissione

Grattacapi al Comune di Silvi. Il presidente della Repubblica, su conforme parere del Consiglio di Stato, con Decreto del 27 aprile, ha annullato gli atti di nomina del presidente della commissione di concorso.
L'atto è stato notificato in questi giorni dalla Prefetture di Pescara e di Teramo.
Secondo la decisione del Consiglio di Stato, il segretario comunale era stato illegittimamente nominato presidente della commissione giudicatrice, al posto del funzionario responsabile del Settore, al quale per legge spetta tale compito.
Il concorso stesso, svoltosi 2006, era stato bandito dal Comune di Silvi per l'assunzione di un Istruttore Direttivo Tecnico presso il Settore Urbanistica Comune di stesso.
Il ricorso, per il tramite dell'avvocato Diego De Carolis di Pescara, era stato presentato dallo stesso funzionario che, vedendosi sottratta illegittimamente tale competenza, si era sentito leso anche sotto il profilo del prestigio professionale.
E così, il decreto del presidente della Repubblica gli ha dato ragione ed ora, per effetto di essa, risultano caduti tutti gli atti del concorso ed il Comune dovrà così ottemperare al decreto del presidente della Repubblica, risolvere il contratto di lavoro in essere e ripetere nuovamente le prove.


14/07/2009 9.17