Da lunedì il mercato ritorna in via Pepe

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1230

PESCARA. Il mercato rionale del lunedì torna in via Pepe. Presto una riorganizzazione delle bancarelle.


A partire dal 13 luglio i 300 ambulanti autorizzati rioccuperanno l'area circostante lo Stadio Adriatico, dopo le tre settimane di trasferimento temporaneo sull'area di risulta per consentire lo svolgimento dei Giochi del Mediterraneo.
Nel frattempo dal Comune è stato ufficialmente avviato il progetto di ristrutturazione e riorganizzazione dello stesso mercato di via Pepe, «operazione attesa e mai realizzata da sei anni e che invece noi renderemo esecutiva entro 90 giorni», ha assicurato il sindaco Mascia, «ossia per metà ottobre, coinvolgendo tutte le associazioni di categoria con le quali già ieri abbiamo avuto il primo incontro». Il progetto di massima prevede la ridistribuzione delle bancarelle lungo viale Pepe, sino all'incrocio con via D'Avalos, in un piccolo tratto di via Marconi, dinanzi il Circolo Tennis, e nell'area compresa tra Stadio e Antistadio, prevedendo però ampi corridoi di passaggio e studiando una dislocazione commercialmente più adeguata e innovativa dei singoli stand.
«Purtroppo», spiega Mascia, «gli ultimi lavori progettati ed eseguiti dalla passata giunta per il risanamento di via Pepe hanno cancellato la possibilità di riposizionare le bancarelle sul marciapiede sud dell'asse stradale, ormai occupato da enormi aiuole».
Per la riorganizzazione si partirà dalla realizzazione di una segnaletica orizzontale a terra per delimitare gli spazi assegnati a ciascun commerciante; a supporto ci sarà anche una segnaletica verticale per aiutare clienti e ambulanti a ritrovare uno specifico spazio.
Inoltre saranno realizzate 10 ‘isole alimentari', che comprenderanno ciascuna un fruttivendolo, due alimentaristi e 4 produttori.
Le ‘isole alimentari, che rappresentano lo zoccolo duro del mercato, saranno alternate agli altri commercianti, in modo da sostenersi a vicenda.
«Poi, tra gli altri interventi», spiega ancora il sindaco, «abbiamo previsto l'istituzione di un chiosco dell'amministrazione comunale sul posto, una sorta di ‘ufficio mercati mobile' in cui gli ambulanti possano trovare gli accertatori annonari e altri dipendenti per presentare istanze, segnalare problemi o chiedere informazioni. In questo modo eviteremo a molti cittadini di dover fare lunghe trasferte e file in Comune, sottraendo tempo al proprio lavoro, e realizzeremo una forma concreta di decentramento amministrativo».
Discusso anche il progetto di istituire un mercato mensile sulle aree di risulta dell'ex stazione «dopo la pressante richiesta ricevuta nelle ultime settimane dai fruitori – ha ricordato il sindaco Albore Mascia -: a questo punto potremmo ipotizzare anche di organizzare su quella superficie le grandi fiere cittadine, evitando di chiudere al traffico strade e vie e scongiurando i relativi problemi nella circolazione stradale».
11/07/2009 10.34