Sfiorata la tragedia durante lo spettacolo pirotecnico, 17 feriti

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

3424

TORREVECCHIA TEATINA. Sfiorata la tragedia ieri sera verso le ore 23 a Torrevecchia Teatina, mentre si tenevano i festeggiamenti in onore della “Madonna della Libera” nella Frazione Torre.


TORREVECCHIA TEATINA. Sfiorata la tragedia ieri sera verso le ore 23 a Torrevecchia Teatina, mentre si tenevano i festeggiamenti in onore della “Madonna della Libera” nella Frazione Torre.
Un folto gruppo di persone si era già messo in postazione per ammirare lo spettacolo pirotecnico allestito e preparato dalla “Fire Flash” di Pescara.
All'inizio è filato tutto liscio: la batteria da 100 colpi posizionata in aperta campagna a circa quaranta metri dalla folla è “scoppiata” regolarmente.
Ma all'improvviso l'ultimo colpo anziché partire verso l'alto si è mosso orizzontalmente andando a colpire un gruppo di spettatori.
Tra il panico generale sono arrivate alcune ambulanze che hanno trasportato i feriti ritenuti più gravi mentre altri sono stati portati con le auto. Quattro sono arrivati al nosocomio di Ortona, altrettanti a Pescara e 9 a Chieti.
Al termine della serata si sono contati 17 feriti, nessuno in modo grave, con prognosi comprese tra 7 (ben 9) e 25 (solo una donna di 69 anni) giorni.
Tra i feriti anche un nucleo familiare con una bimba di 3 anni alla quale sono stati prescritti 15 giorni di prognosi.
I militari della Stazione di Chieti insieme al nucleo Operativo e Radiomobile, hanno raggiunto immediatamente il luogo dell'evento e hanno raccolto testimonianze che hanno confermato univocamente la dinamica.
I militari, dopo aver verificato la regolarità delle varie autorizzazioni (compreso il sopralluogo dei Vigili del Fuoco regolarmente eseguito prima della manifestazione), hanno sequestrato l'attrezzatura utilizzata dal fuochista e i residui della batteria di colpi.
E' stato anche identificato il legale rappresentante della “Fire Flash” di Pescara al quale il comitato organizzatore aveva commissionato lo spettacolo pirotecnico, nonché l'operatore che ha eseguito gli spari.
Le loro posizioni sono al vaglio della Procura della Repubblica di Chieti che aprirà al riguardo un fascicolo.


06/07/2009 12.17