Insediata giunta provinciale Catarra. Martino designato presidente del consiglio

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

564

TERAMO. Ieri si è ufficialmente insediato il Consiglio provinciale di Teramo. Alla cerimonia dell'auditorium del Parco della Scienza a Teramo ha fatto seguito il giuramento del neo presidente della giunta Valter Catarra.


Il consiglio provinciale ha inoltre eletto a maggioranza, con tredici sì e dodici schede bianche, il presidente dell'Assise provinciale, Mauro Martino, che ha subito posto all'attenzione di tutti il proprio obiettivo: «lavorerò per una democrazia compiuta, che riconosca ai consiglieri eletti un ruolo sostanziale e non di facciata».
Costituiti, come da prassi, anche i gruppi consiliari.
Enrico Mazzarelli sarà capogruppo della lista “al Centro per Catarra”, Aurelio Tracanna svolgerà lo stesso ruolo per l'Udc, Nicola Di Marco è stato eletto capogruppo per i Liberalsocialisti, Mauro Sacco per l'Italia dei Valori, Ugo Nori per la lista “D'Agostino presidente” ed infine Giuseppe Di Febo è stato designato capogruppo per Sinistra e Libertà. Pdl e Pd, contrariamente al resto della giunta, si sono riservati il diritto di posticipare le nomine dei capigruppo.
Valter Catarra, in attesa di presentare pubblicamente ed al consiglio provinciale le linee programmatiche di governo, nella prima uscita ufficiale da presidente ha solamente sottolineato alcune priorità nella sua futura azione di governo: «bisogna lavorare sin da subito per fornire il territorio di infrastrutture e servizi che tutti noi dobbiamo impegnarci a garantire. Il nostro obiettivo è quello di creare un diverso modello di provincia, nuovo, moderno e capace di interpretare le nuove sfide che ci attendono. Vogliamo una provincia nuova, in grado di diventare modello di amministrazione efficiente e al contempo capace di adeguata comunicazione con i cittadini, non perdendo di vista i loro interessi ed i loro problemi».
Per l'opposizione, preso atto della sconfitta alle ultime elezioni di giugno, Ernino D'Agostino ha annunciato «un'opposizione ferma e responsabile, nella speranza di lavorare assieme assicurando il rispetto delle regole ed il pieno funzionamento degli organi statuali».

01/07/2009 10.02