A Pescara e Vasto una "estate sicura"

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

786

PESCARA. Dal 15 giugno al 25 settembre la Capitaneria di porto di Pescara sarà impegnata nell'operazione Mare sicuro 2009, per garantire un'estate senza problemi a chi frequenta la spiaggia.


Il personale della Capitaneria, ha annunciato il comandante Antonio Basile, sarà impegnato nei servizi di salvaguardia della sicurezza dei bagnanti e nella verifica dell'osservanza degli standard di sicurezza.
Le pattuglie faranno rispettare le zone di mare strettamente riservate alla balneazione e i corridoi di lancio, controlleranno i cartelli sulle spiagge libere per la delimitazione delle acque sicure e vigileranno sul divieto di immissione in acqua delle sostanze inquinanti.
Saranno controllati poi gli stabilimenti balneari, i punti di vendita, commercializzazione e ristorazione dove si usano prodotti ittici, e ancora il naviglio da diporto e gli scarichi a mare. Particolare attenzione sarà posta ai mezzi veloci, come le moto d'acqua, che in caso di irregolarità possono essere sequestrate.
Anche quest'anno, come nel 2008, sarà vietata la pausa pranzo per i bagnini (presenti anche sulle spiagge libere) ed e' prevista una fascia di cuscinetto tra i 300 e i 350 metri dove e' vietata la balneazione e il diporto.

A VASTO

Stessa macchina organizzativa è stata allestita anche a Vasto.
La motovedetta CP 517 ed il battello GC B14 pattuglieranno la zona di mare di competenza compresa tra la foce del Sangro ed il porticciolo Le Marinelle di San Salvo.
Fondamentale sarà il buon senso oltre che le opportune e precise segnalazioni da parte dei cittadini soprattutto per le emergenze in mare (numero blu 1530 attivo h 24).
Confermata la vigenza dell'ordinanza balneare n. 6/2008 che prevede la fascia cuscinetto di 50 metri in aggiunta ai 300 già riservati alla balneazione.
Sta per essere emanata anche la nuova ordinanza che disciplina la locazione ed il noleggio di unità da diporto, che introduce elementi di novità mutuati dal decreto n. 146 del 29 luglio 2008.
Tra i consigli quello di sintonizzarsi su radio guardia costiera tramite collegamento internet o satellite e consultare per novità ed aggiornamenti il sito www.guardiacostiera.it.

13/06/2009 9.30