Non ha retto al dolore: sfollato muore di infarto in tendopoli

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

2584

GORIANO SICOLI. Un’altra morte colpisce una delle vittime del terremoto che era riuscita a mettersi in salvo insieme ai familiari.


Probabilmente non ha retto allo stress di vivere in tenda, prima esposto al caldo dei giorni scorsi e poi al freddo pungente di questa notte.
Rolando Pendenza, 64 anni, sposato e con due figlie è morto questa notte in tenda nel campo di Goriano Sicoli a causa di un infarto.
La sua casa distrutta si trovava ad appena 100 metri dall'accampamento e da oltre cinquanta giorni era costretto a dover sopportare la vista della sua abitazione distrutta.
Ad accorgersi di quanto accaduto è stata la moglie, che lo ha trovato senza vita nella sua brandina.
I funerali dell'uomo, già cardiopatico, si terranno nella chiesa allestita in uno dei tendoni forniti dalla Croce rossa.
Si tratta della seconda vittima del terremoto morta (in appena tre giorni) che era riuscita a scampare alla furia del sisma del 6 aprile.
Nei giorni scorsi a perdere la vita era stato Denni Zuccon, 33 anni, musicista aquilano che dopo il terremoto si era rifugiato a casa di amici a Parma.
Il ragazzo è morto probabilmente per droga e aveva il laccio emostatico ancora stretto al braccio quando sono arrivati i soccorsi. Una morte che ha lasciato sgomenti anche gli amici che hanno assolutamente escluso l'ipotesi che il ragazzo facesse uso di stupefacenti.
E adesso sul sito personale dell'artista sono comparsi messaggi di cordoglio da parte di chi lo conosceva bene e che condivideva con lui la passione della musica.
«Il tuo Modo Di Suonare era unico», ha scritto Piero. «Resterai sempre nel mio Cuore». «Ciao amico mio», ha scritto Osvaldo, «il concerto non è ancora finito ma tu te ne sei andato.... alla signora alla finestra che si lamentava del rumore le hai risposto che era lei a disturbare noi... perchè noi suonavamo!!! solo tu potevi... non scordarti il quaderno con la scaletta ora che sali!! se no chi se lo sente Fabio?? addio...»

28/05/2009 12.05