Identificato l'aggressore degli Amici di Beppe Grillo

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

3611

PESCARA. Non si smorza la polemica sulla aggressione ai componenti della lista “Pescara 5 stelle” da parte di un esagitato.
Alla presentazione del Ponte del mare, sabato pomeriggio, poco prima dell'inizio della cerimonia, una persona alterata ha intimato di togliere gli striscioni ai manifestanti che protestavano contro la «campagna elettorale abusiva» della giunta D'Angelo.

Poi è passato alle vie di fatto aggredendo con calci e pugni il gruppo di sostenitori di Grillo.
Nel video amatoriale che è stato pubblicato dagli stessi aggrediti si vedono i momenti precedenti e quelli successivi all'aggressione.
Allertata immediatamente la Digos, Gianluca Vacca , componente della lista civica, ha chiesto agli agenti di individuare il facinoroso che nel frattempo si era allontanato.
L'agente, tuttavia, dopo essersi allontanato a sua volta è ritornato a mani vuote. La lista civica ha minacciato querele nei confronti dell'aggressore e lanciato parole di fuoco verso la polizia che aveva il dovere di fermare l'uomo.




Dopo l'incidente sono poi arrivate le dichiarazioni di solidarietà a Stefano Murgo, candidato sindaco e al gruppo da parte delle altre forze politiche.
«Rispediamo al mittente la solidarietà di Albore Mascia», ha scritto Pescara 5 stelle, «e gli ricordiamo che Carlo Pace utilizzava gli stessi metodi, aprendo gli unici cantieri della sua attività amministrativa sotto elezioni; gli ricordiamo anche che in qualità di esponente di una coalizione che ha al suo vertice un corruttore, secondo i giudici del Tribunale di Milano, e che annovera svariati condannati tra le sue fila, non può permettersi di parlare di legalità e di rispetto delle regole. Rispediamo al mittente la solidarietà di Pastore, un consigliere comunale spesso assenteista a causa del suo doppio incarico come Senatore; ricordiamo a Pastore che non ha voluto riceverci quando gli abbiamo chiesto delucidazioni in merito alla proposta di Legge Parlamento pulito presentata con il primo V-Day, proposta che giace in Parlamento da due anni in attesa di essere discussa dalla Commissione di cui fa parte lo stesso Pastore. Rispediamo al mittente la solidarietà di Alessandrini: in qualità di assessore di questa giunta poteva chiedere a D'Angelo di rinviare la manifestazione-farsa a dopo le elezioni, come la legge 28 del 2000 vorrebbe. Non vogliamo la finta solidarietà di queste persone, tutti appartenenti a questo sistema partitico in declino».
Per oggi è stata inoltre annunciata una conferenza stampa nella quale saranno mostrate le foto in primo piano della persona non identificata dalla polizia.
E la polemica continua.

26/05/2009 8.18

IDENTIFICATO L'AGGRESSORE

La Questura ha informato gli Amici di Beppe Grillo, stamane, di aver individuato l'aggressore tramite delle foto, alcune fornite dalla lista civica, ed un filmato di sorveglianza.
«Chiediamo all'aggressore di chiedere pubblicamente scusa dell'accaduto», annuncia Gianluca Vacca. «Ciò unicamente per non avvelenare ulteriormente il clima e porre fine a una vicenda del tutto spiacevole. Questo a dimostrazione della nostra buona fede e del fatto che non abbiamo nessuna intenzione di strumentalizzare l'accaduto. Resta però una domanda: perché la Polizia di Stato e la Digos non hanno identificato, sul posto, l'aggressore come da noi richiesto, pur trattandosi di aggressione in luogo pubblico? E se ci fossimo comportati noi come l'aggressore ci avrebbero lasciati andare tranquillamente?»
Vacca ha anche spiegato che si sta pensando di non sporgere denuncia, «pur avendo i referti dell'ospedale civile delle contusioni causate».
Ma la lista civica commenta anche la notizia della colletta per pagare le spese dell'inaugurazione di sabato: «apprendiamo da PrimaDaNoi che la giunta avrebbe aperto una sottoscrizione volontaria. Cosa è accaduto? Il Comune si è accorto di non avere 10.000 euro per pagare le spese? Oppure è corso ai ripari perché si è accorto che non poteva pagare con i soldi pubblici la presentazione-farsa? Ma può un Comune fare una raccolta fondi per pagare delle spese? E la lista dei contribuenti dov'è? E l'orario della seconda riunione, quella dove si è votata la colletta, dov'è? E le spese preventivate dei manifesti, degli inviti, dei gadget elargiti ai cittadini dove sono?»

26/05/2009 16.29