Si è spento l’artista dei colori e del legno Giuseppe Leone

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1072

SPOLTORE. Si è spento questa mattina presso la clinica De Cesaris l’artista Giuseppe Leone.


Ne danno il triste annuncio la moglie Virginia D'Albenzio, i fratelli, i nipoti e le persone che gli sono stati vicino nelle ultime settimane.
Da diversi mesi, infatti, il maestro “dei colori e del legno”, così come molti lo ricordano, si era trovato a convivere con diversi problemi di salute che lo hanno condotto al triste epilogo.
Morto all'età di 76 anni è da considerarsi uno degli ultimi artisti abruzzesi che più di tutti ha combattuto per mantenere alto il ruolo dell'arte figurativa nel complesso mondo delle arti visive contemporanee.
Una carriera di circa 60 anni che lo ha visto protagonista nei più importanti spazi espositivi abruzzesi ed italiani.
Negli anni '50 ha realizzato mostre all'interno dello storico Circolo della Stampa del Teatro Pomponi di Pescara.
Negli anni '60, invece, grazie alle sue abilità ritrattistiche è a Bologna impegnato nella realizzazione di ritratti di note personalità politiche e religiose tra cui il Cardinale Ler Caro e il professor universitario di anatomia Pietro Tagariello.
Gli anni '70 rappresentano un periodo storico in cui l'artista spoltorese sperimenta un percorso iperrealista nel quale si cimenta nella realizzazione di paesaggi e visioni ancestrali.
Ma la sua pittura è da considerarsi anche una documentazione storico-visiva della città di Spoltore che rappresenta in diverse vedute e scorci paesaggistici. Parallelamente alla sua attività pittorica ha coltivato la passione per la lavorazione del legno di cui oggi esistono maestosi esempi conservati nella sua casa museo e presso la Casa della Cultura a Spoltore.
I funerali si terranno domani pomeriggio alle 16 presso la chiesa di San Panfilo a Spoltore.
21/05/2009 18.27