Danneggiano 5 auto in sosta vicino al Megà, denunciati

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

887

PESCARA. Due giovani incensurati, sono stati denunciati dai carabinieri di Pescara, M.F. 22enne studente di Pescara e I.M., 22enne, imprenditore di Montesilvano.


I due sono i responsabili del danneggiamento di 5 autovetture parcheggiate in via Bologna a Pescara, nonché di porto ingiustificato di coltello e rifiuto di fornire le proprie generalità
Alle ore 2:15, i Carabinieri sono intervenuti nei pressi della nota discoteca “Megà”, dove hanno bloccato i due giovani responsabili di aver commesso poco prima, in evidente stato di alterazione dovuta all'assunzione di alcol, del danneggiamento di cinque autovetture, regolarmente parcheggiate ed un lampione pubblico.
Le auto, una Fiat Punto, una Mercedes classe “A”, due Lancia Y ed una Honda Civic, senza alcun motivo erano state prese a calci, provocando così ammaccature, rotture degli specchietti retrovisori, del parabrezza, maniglie portiere ed indicatori di direzione.
Nel corso dell'intervento, uno dei due giovani è stato trovato in possesso di un coltello a serramanico del genere proibito mentre il secondo rifiutava di fornire le proprie generalità.
Alla fine i due hanno ammesso le responsabilità e hanno detto di essere disposti a risarcire tutti i danni, causati alle parti offese.

A Città Sant'Angelo, invece, i carabinieri di Montesilvano, nel tardo pomeriggio di ieri, hanno arrestato Mirco Falsetta, 27enne di Spoltore (PE) per il reato di furto di materiale ferroso in un cantiere.
L'uomo, a bordo di un camioncino, si era recato presso un cantiere edile di una ditta, momentaneamente inattivo. Dopo aver forzato il cancello d'ingresso ha caricato circa 10 quintali di tondini in ferro per costruzioni. Alcuni testimoni, accortisi dell'accaduto hanno chiamato i Carabinieri sul numero d'emergenza 112 e dopo varie ricerche sono riusciti a rintracciare il camioncino in località Congiunti di Collecorvino mentre si stava allontanando velocemente.
L'uomo, quindi, è stato arrestato per il reato di furto aggravato e trattenuto presso le camere di sicurezza della Compagnia di Montesilvano a disposizione del Pm di turno, Gennaro Varone, in attesa del processo per direttissima.

08/05/2009 13.58