L'Automobile Club di Pescara aderisce alla campagna sulla sicurezza stradale

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

648



PESCARA. L'Automobile Club di Pescara aderisce alla campagna mondiale denominata Strade Sicure condotta dalla Fia Foundation. La campagna ha avuto una sua nuova fase a Roma, dove l'Automobile Club Italia ha aperto la presentazione del secondo rapporto della Commissione per la Sicurezza Stradale Globale.
Obiettivo di Strade Sicure è quello di sensibilizzare le istituzioni internazionali e le amministrazioni nazionali e locali promuovendo interventi al fine di limitare l'accidentalità sempre più diffusa nel mondo.
«Gli incidenti stradali sono una piaga sociale ed economica» – ammette Giampiero Sartorelli presidente dell'Automobile Club di Pescara – «che ha bisogno di prevenzione prima che di cura. I fondi a disposizione nel nostro territorio andrebbero investiti sulle strade più pericolose della nostra provincia».
«Da questo punto di vista» – conclude Sartorelli – «l'Aci è stato tra i più attivi sostenitori dell'iniziativa della Fia. Dal canto nostro i 107 Automobile Club provinciali assicureranno il massimo contributo».
Tra le strade più pericolose in provincia di Pescara svetta tristemente il raccordo autostradale Chieti-Pescara, rappresentato dalla statale 16. Nel 2007 nell'intera provincia di Pescara si sono verificati 1168 incidenti con 19 morti e 1671 feriti.
Il rapporto della Commissione per la Sicurezza Stradale Globale evidenzia che le vittime per incidenti stradali nel mondo aumenteranno del 46% nei prossimi dieci anni. Passando da un milione e trecentomila morti del 2008 a quasi due milioni nel 2020. La Commissione, per ridurre ciò, chiede dieci anni di interventi per la sicurezza con l'obiettivo finale di dimezzare le vittime della strada. La richiesta è stata inviata al G8, all'Onu, all'Organizzazione Mondiale della Sanità ed ai singoli Stati.

07/05/2009 10.26