Terremoto: parzialmente inagibile Tribunale Chieti

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1309

CHIETI. Il tribunale di Chieti e' stato dichiarato parzialmente inagibile a seguito del terremoto dello scorso 6 aprile.

Gli effetti della scossa delle 3.32 si sono fatti sentire anche in città dove nei giorni scorsi è stato necessario sfollare sette palazzine che saranno oggetto di verifiche approfondite.
Sono state chiuse nei giorni scorsi anche tre chiese, dichiarata parzialmente inagibile la cattedrale e il palazzo del Municipio.
Oggi la brutta notizia arriva dal Tribunale di Chieti: già nei giorni scorsi erano emerse delle criticità all'interno della struttura. Già il 15 aprile il sindaco Francesco Ricci aveva emesso una ordinanza per la chiusura «in via cautelativa» del Palazzo di Giustizia.
La parte interessata e' quella prospiciente Largo Cavallerizza a partire dalla scala principale inclusa. Ritenendo che la situazione di dissesto possa essere correlata al cedimento nelle fondazioni, la Provincia di Chieti a partire dall'8 maggio eseguirà dei sondaggi geognostici per accertare se il dissesto sia effettivamente da mettere in relazione al comportamento anomalo del terreno di fondazione.
Contemporaneamente, sempre la Provincia, valuterà la possibilità di autorizzare immediatamente il muro dello scalone principale nelle more della verifica, progettazione ed esecuzione dei lavori di miglioramento tecnico dell'ala inagibile.
Nel frattempo particolare attenzione sarà prestata agli aspetti di gestione della tecnica del lavoro per consentire il prosieguo, sia pure parziale, delle attività dell'ufficio.

04/05/2009 16.12