Carta della Cittadinanza, spesi 17 mila euro ma resta chiusa nei cassetti

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

550

VASTO. È stata presentata questa mattina dal Consigliere comunale del Pdl, Etelwardo Sigismondi, una interrogazione urgente al sindaco per conoscere le intenzioni riguardo la Carta della Cittadinanza.
La carta infatti, prevista anche dal Piano Sociale Regionale 2007-2009, era stata presentata come un importante strumento per promuovere la partecipazione dei cittadini alla programmazione e gestione dei Servizi Sociali.
«Sono assurde le cose che accadono all'interno del Comune di Vasto da quando questa è amministrata dal centrosinistra - ha dichiarato il consigliere Sigismondi – infatti la Carta della Cittadinanza è stata già predisposta e stampata in 15.000 copie, con una spesa per l'ente di 17.725 euro. L'opuscolo di circa 50 pagine è già pronto dal mese di gennaio per essere spedito in tutte le case dei vastesi – aggiunge il Consigliere d'opposizione - ma le copie continuano a giacere nelle stanze del Comune».
Infatti, i dissapori nati all'interno della maggioranza nel mese di dicembre, subito dopo le elezioni regionali, hanno portato alla “censura” dell'opuscolo in quanto contiene, in apertura, il saluto dell'assessore ai servizi sociali Eliana Menna, successivamente sostituita in seno all'amministrazione comunale.
«Mi preme sottolineare, inoltre – ha proseguito Etelwardo Sigismondi - che la Giunta regionale ha più volte sollecitato il Comune di Vasto ad inviare agli uffici regionali preposti, la Carta della Cittadinanza redatta per la sua pubblicazione sul sito ufficiale dell'Osservatorio Sociale Regionale, così come previsto».
L'episodio per l'esponente del Pdl rappresenta «l'ennesima prova di come la litigiosità della maggioranza si stia ripercuotendo anche su settori importantissimi come i Servizi Sociali. Mi auguro che non sia intenzione, a seguito del nuovo assetto della Giunta, stampare nuovamente l'opuscolo in quanto rappresenterebbe un incomprensibile e irresponsabile spreco di denaro per l'Ente. Spero invece – ha concluso Sigismondi - che il Comune si decida a dare immediatamente diffusione alla Carta della Cittadinanza in modo tale che i cittadini possano da subito usufruire di questo importante strumento».

04/05/2009 15.05