Provincia Teramo. Approvato il Piano energetico e ambientale

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

926

TERAMO. Il 28 seduta straordinaria sull’emergenza sisma. Votato un ordine del giorno sulla Riserva del Borsacchio
Questa mattina si è svolta l'ultima seduta ordinaria del Consiglio Provinciale. Il presidente del Consiglio, Ugo Nori, ha annunciato, che, prima delle elezioni, si svolgeranno due sedute straordinarie: la prima, il prossimo 28 aprile alle ore 16, sull'emergenza sisma, e la seconda, con data da definire, per approvare il conto consuntivo.
Su relazione del Presidente, Ernino D'Agostino, è stato approvato all'unanimità il Piano Energetico e Ambientale redatto, su incarico della Provincia, da Agena e dal Dipartimento di Ingegneria meccanica ed energetica dell'Università dell'Aquila. Approvato anche l'avvio della procedura per la trasformazione di Agena – Agenzia provinciale per l'ambiente – in Fondazione.
Deliberato l'accordo con il Comune di Teramo e con la Camera di Commercio per la costituzione di un “Museo della Tecnica e delle invenzioni”; un progetto di cui la Provincia è capofila e che dovrebbe vedere la luce presso il Centro Multimediale della Gammarana di proprietà del Comune di Teramo.
Il lavori del Consiglio sono stati sospesi per consentire ai capigruppo una consultazione sui provvedimenti da assumere in merito all'area naturalistica del Borsacchio di Roseto.
Ripresa la seduta, i consiglieri hanno approvato con 11 voti a favore e 2 astenuti (Enzo Frattari e Sabatino Di Girolamo) un ordine del giorno che «conferma la volontà di procedere all'istituzione della Riserva Naturalistica; di chiedere alla Giunta regionale di fornire i chiarimenti procedurali in ordine all'approvazione del Piano di assetto naturalistico; di impegnare il Presidente ad assumere possibili iniziative di concertazione con i Comuni di Roseto e Giulianova e di attivare immediatamente il procedimento relativo alla nomina dell'organo di gestione della Riserva».
In precedenza il presidente D'Agostino aveva spiegato che la Regione ha attribuito alla Provincia l'esercizio dei poteri sostitutivi per l'istituzione della riserva naturalistica e per l'adozione del Piano di assetto ma che sono sorti numerosi dubbi di tipo procedurale rispetto all'adozione di simili atti e che, nonostante le richieste di chiarimento, la Regione non ha mai formalizzato un parere.
Approvata infine una vaziazione di bilancio per maggiori entrate e minori spese dell'importo complessivo di 521 mila euro.

21/04/2009 14.43