Teramo: scoperta evasione fiscale da 600 mila euro nel settore dello sport

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1401

TERAMO. Ammonta complessivamente a 600 mila euro, tra imposte, sanzioni e interessi, l’evasione fiscale scoperta a Teramo dall’Agenzia delle Entrate nei confronti di una società operante nel settore sportivo dilettantistico per l’anno di imposta 2005.


La società sportiva in questione dichiarava di svolgere attività “sportivo-dilettantistica”, beneficiando del particolare regime di agevolazioni previsto dal legislatore per queste categorie di soggetti.
In realtà, però, dai controlli dell'Agenzia è emersa una gestione di impianti sportivi secondo una logica di tipo commerciale e con finalità di lucro.
L'analisi delle modalità operative di svolgimento delle attività sportive, hanno permesso ai funzionari dell'Ufficio di Teramo di raccogliere informazioni che hanno di fatto inquadrato la società come “soggetto commerciale”.
Ciò ha comportato, di conseguenza, l'imputazione dei redditi da essa prodotti nella categoria dei redditi d'impresa, determinati secondo l'ordinaria disciplina fiscale totalmente disattesa.
I controlli dell'ufficio delle Entrate hanno portato alla notifica di un avviso di accertamento nei confronti della società per 520 mila euro, tra maggiore imposta accertata, sanzioni ed interessi e nei confronti dei soci per ulteriori 80 mila euro.
A carico della società, inoltre, è stato presentato rapporto all'Autorità Giudiziaria competente per le implicazioni di ordine penale derivante dalla omessa presentazione della dichiarazione annuale IVA.


02/04/2009 11.59