Si sposta il Mercato di via Pepe: «non ci rimettano i commercianti»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1159

PESCARA. Il Popolo della Libertà sostiene la proposta degli ambulanti di via Pepe di uno spostamento temporaneo del mercato del lunedì mattina sulle aree di risulta, per consentire la riqualificazione dell’area circostante lo Stadio Adriatico.

Per il Pdl l'amministrazione comunale dovrà ora fare il calcolo esatto dei parcheggi che verranno occupati dalle bancarelle per mezza giornata e dovrà farsi carico personalmente dell'eventuale ‘risarcimento' per il mancato incasso da erogare alla Cooperativa che gestisce l'area di sosta.
«Una somma», ha detto il candidato sindaco del centrodestra Luigi Albore Mascia, «che non dovrà in alcun modo ricadere su quegli operatori mercatali che già subiranno gli inevitabili effetti negativi legati alla delocalizzazione degli stand».
«La giunta ha avuto sei anni di tempo per decidere la nuova sistemazione del mercato di via Pepe – hanno ricordato Albore Mascia e il consigliere Antonelli -, sei anni gettati alle ortiche, e oggi ci troviamo a gestire l'ennesima emergenza: ossia la necessità di proseguire il cantiere in via Pepe in vista dei Giochi del Mediterraneo e, contemporaneamente, l'obbligo di non danneggiare le 360 famiglie che vivono dei proventi della propria bancarella».
Gli operatori sono stati chiari e hanno rigettato le due ipotesi di delocalizzazione definitiva dell'area di esposizione in via Rio Sparto, zona San Donato, o, in alternativa, nell'area dell'ex Cogolo, tra via Aterno e la via Tiburtina, avanzate dalla giunta.
Si tratta infatti di due aree troppo distanti dalla storica via Pepe che ospita il mercato da almeno quarant'anni.
A questo punto sembra si vada delineando la prima ipotesi di trasferimento temporaneo delle bancarelle presso l'area di risulta, una soluzione provvisoria che arrecherebbe minimi disagi al resto della città.
Secondo un primo calcolo approssimativo, gli stand sottrarranno al massimo 200 o 300 posti auto sui 1.200 esistenti, per un solo giorno a settimana, il lunedì, e solo la mattina fino alle 14.
Nel frattempo, come hanno sottolineato il candidato sindaco Albore Mascia e Antonelli, «ribadiamo la richiesta di convocazione di una seduta straordinaria e urgente della Commissione consiliare Commercio per poter esaminare le carte relative alla riqualificazione di via Pepe per meglio comprendere come verranno riqualificati strade e marciapiedi e valutare la futura sistemazione definitiva del mercato stesso. Sarà invece compito della futura amministrazione redigere finalmente il Regolamento per la disciplina dei mercati rionali che in sei anni l'attuale giunta non è stata in grado di predisporre».

02/04/2009 10.45