Stalking, primo provvedimento di "ammonizione" emesso dal questore di Teramo

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

2225

TERAMO. E' stato adottato dal Questore di Teramo il primo "ammonimento" ai sensi della recente normativa per contrastare la violenza sessuale e gli atti persecutori, noti questi ultimi anche con il termine inglese di "stalking".


Il provvedimento è stato preso nei confronti di un uomo di mezza età, di Teramo, a seguito dell'esposto presentato dalla sua ex moglie, sostenuta da un'associazione per la tutela e sostegno delle donne maltrattate.
Al temine dell'istruttoria, svolta dalla Questura, è stato accertato che effettivamente l'uomo da tempo aveva posto in essere atteggiamenti persecutori nei confronti della donna e della figlia avuta dopo la separazione, ritenendo, senza alcuna ragione, che la ragazza fosse in realtà propria figlia naturale.
Si era determinato così in entrambe condizioni di ansia e timore a seguito di pedinamenti, bigliettini ed sms, con ricadute negative sulla serenità e sulla qualità di vita di entrambe.
Così la madre ha deciso di attivare le procedure previste dalla legge richiedendo al Questore l'emissione del previsto provvedimento di "ammonimento", che è stato notificato oggi.
Nel caso l'ammonito perseveri, la legge prevede un aggravamento della sanzione penale che porta la punibilità dai quattro ai sei anni, facendo configurare la fattispecie del delitto di cui al nuovo articolo 512 bis codice penale, procedibile d'ufficio.
24/03/2009 14.44