La giunta di Chieti approva il bilancio di previsione

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

878

La giunta di Chieti approva il bilancio di previsione
IL DOCUMENTO INTEGRALE. CHIETI. La Giunta comunale di Chieti ha approvato il Bilancio di previsione 2009 che dovrà ora essere esaminato dal Consiglio comunale per la definitiva approvazione.
La manovra di bilancio, presentata nel corso di una conferenza stampa dal sindaco Francesco Ricci e dal direttore generale del Comune Ebron D'Aristotile, e' di 91 milioni e 194 mila euro.
Tra le entrate tributarie sono previsti 9,4 milioni dall'Ici, 8,9 milioni dalla tassa sui rifiuti, 3,8 milioni dall'addizionale Irpef mentre le entrate extratributarie provengono per la maggior parte da proventi dei servizi pubblici per un importo di 9,6 milioni di euro. Ci sono anche 180 mila euro dal Teatro
Quanto agli investimenti si prevedono 7,7 milioni in materia di opere pubbliche e 450 mila euro per mobili ed attrezzature, in particolare per apparati informatici.
C'è poi il capitolo spese: oltre 16 milioni di euro per l'amministrazione generale, 1,4 milioni per gli uffici giudiziari, 1,5 milioni per la sicurezza, 3 milioni per la Cultura e 3 per l'Istruzione. 7 i milioni destinati al sociale (asili nido, assistenza e beneficenza e strutture residenziali), 17 per Protezione civile, acquedotto, fognature e depurazione, parchi e giardini.
«Si tratta di un bilancio solido, che dimostra la solidità dell'amministrazione - ha detto il sindaco Ricci - e che permette di guardare al futuro con serenità. Ma e' anche un bilancio che dimostra che si e' lavorato bene e tanto».
Ricci ha garantito che la pressione fiscale resterà invariata e che si prevede l'abbattimento della Tarsu.
Il sindaco ha inoltre annunciato l'istituzione di un fondo di solidarietà che verrà integrato con un contributo del 5 per mille da parte dei cittadini per fronteggiare richieste di aiuto e sostegno che dovessero arrivare nel corso dell'anno.
D'Aristotile ha invece evidenziato che resta costante la spesa per il personale, che verrà rafforzato lo Sportello unico dell'edilizia e che si sta portando avanti un nuovo modello di contrattazione decentrata basato su criteri meritocratici.

18/03/2009 11.51

IL DOCUMENTO INTEGRALE
: